CALCIO: Cariatese 0 – URIA 2000 5. I ragazzi di mister Caruso, tengono bene solo il primo tempo, poi crollano nella seconda metà.

Marcatori : 13’,50’,66’.69’ Staglianò, 70’ Dolce Cariatese : Palopoli 7, Gentile 6, (23’ Sero 6’5), Riolo 7, Boccia G.6, Brunetti M 6, Boccia F.6,5, Marino 6, Crescente 6,5, Cosentino Gennaro 6,5(72’Alterino s.v.), De Lorenzo 6,5, Frontera 6 (72’ Cariglino s.v.). All:Franco Caruso URIA 2000 : Parrotta 6, Tomaselli 6,5, Corasiniti 7, Palumbo 6,5 (71’Moniaci s.v.), Corigliano 6,5, Bellini 6, Lasalvia 6,5 (63’Dardano s.v.), Poerio 6,5, Staglianò 8, Canino Andrea 7 (78’ Hermes s.v.), Dolce 6. All: Sestito Giuseppe Arbitro : Rende Michele 7 L’URIA 2000 sbanca il campo della Cariatese con una goleada e si porta solitario al secondo posto della classifica generale ad un solo punto dalla capolista Cariati Calcio. Passivo pesante per i ragazzi di Franco Caruso che, nonostante il pesante k.o, hanno disputato un buon primo tempo, tenendo dignitosamente il campo contro i più forti e blasonati avversari. Va subito rilevato che il risultato odierno è soprattutto frutto del netto ritardo nella preparazione. Un punteggio netto e meritato per i ragazzi di mister Giuseppe Sestito che porevano, nella ripresa, addirittura rendere ancora più larga la loro vittoria. Mattatore della giornata è stato il centravanti Staglianò, protagonista di tutte le azioni offensive dell’URIA 2000, non solo ha realizzato ben quattro reti, ma ha anche confezionato numerosi assist per i suoi compagni d’attacco. La cariatese ha espresso un dignitoso primo tempo, tenendo orgogliosamente testa al più forte e blasonato avversario, nella ripresa ne ha pagato il dazio, crollando letteralmente. Il secondo tempo ha visto una Cariatese dalle azioni sfilacciate e disordinate dovute alla mancanza di una vera fonte di gioco e soprattutto dalle gambe necessarie ad imprimere convinte e produttive accelerazioni. A fine partita ampiamente soddisfatto il presidente dell’URIA 2000. ”Sono contento della prestazione espressa dai miei ragazzi, ha dichiarato Francesco Gallella, il nostro obiettivo, ad inizio di campionato, era e rimane la vittoria finale del campionato e, male che vada, il diritto all’acquisizione ai play off”. Impeccabile la direzione arbitrale del cosentino Michele Rende.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta