Arriva il 2021: oroscopi, quisquilie e pinzillacchere

Il futuro, per definizione, è imprevedibile. Checché ne dicano i boccaloni seguaci di Nostradamus (quelli che le profezie le interpretano sempre a posteriori, senza mai sbagliarne una, ma toppano senza remissione se cercano di immaginare un evento a venire basandosi su una delle squinternate quartine del Nostro), nessuno mai ha potuto prevedere gli eventi non ancora accaduti, e condizionati da un numero elevato di variabili sconosciute, che rispondono alla generica definizione di “futuro”.

Ma questo sciagurato 2020 volge al termine e, come ogni volta che un anno si conclude, qualcuno – guardando le stelle e i pianeti, smazzando tarocchi, osservando le foglioline del tè, studiando le mani (auspicabilmente lavate) di qualcuno o guardando in una sfera di cristallo, si lancia in previsioni, profezie e proiezioni per l’anno successivo.

E allora perché non farlo anche noi? Ecco dunque le mie previsioni per il 2021.

Una profezia facile facile riguarda Donald Trump che continuerà, anche l’anno prossimo e fino alla fine dei suoi giorni, a reclamare e piagnucolare e tempestare di ricorsi la Corte Suprema americana per chiedere che gli sia data la vittoria alle elezioni che ha sonoramente perso.

Poi, tornando in casa nostra, possiamo prevedere che Matteo Renzi continuerà a tirare la corda per dimostrare di esistere, minacciando ogni giorno la crisi di governo salvo dire che non vuole la crisi di governo, finché la crisi di governo finirà per provocarla per davvero e allora dirà che non è stata colpa sua se c’è stata la crisi di governo.

Un’altra previsione: la crisi di governo continueranno a invocarla l’altro Matteo, Salvini, e Giorgia Meloni, garantendo che quando al governo ci andranno loro sarà tre volte natale e festa tutto il giorno, ogni Cristo scenderà dalla croce e anche gli uccelli faranno ritorno (cit.).

I negazionisti continueranno a negare che la pandemia in atto esista, a paventare effetti spaventosi della vaccinazione anticovid, a prevedere (anche loro, a previsioni sballate mica scherzano) che la vaccinazione provocherà dittature, schedature, grandi fratelli, burattinai esotici e malvagi, indurrà alterazioni del DNA che ci renderanno fosforescenti, radioattivi, telescopici, ipotetici, peripatetici e diosachealtro. Diranno che i politici dovrebbero vaccinarsi per primi se davvero ci credono, che non è giusto che i politici saltino la fila vaccinandosi per primi, che le vaccinazioni pubbliche sono false, che chi si è vaccinato è morto subito, anzi, era già morto prima di vaccinarsi, e via così. Dimenticavo: Eleonora Brigliadori farà riti apotropaici e scaramantici e reciterà otto rosari al giorno; e guardando le siringhe del vaccino dirà “Vade retro, Satana!” e “Lontano sia, ché son figlia di Maria”.

Se qualcuno dirà che le mie previsioni sono in realtà scoperte dell’acqua calda, gli risponderò che ha decisamente ragione ma non è colpa mia: le uniche previsioni che possono realizzarsi sono quelle ovvie e scontate, basate su premesse logiche e su precedenti verificabili.

Eccone dunque un’altra, della stessa natura e inoppugnabile: nonostante la figuraccia rimediata all’inizio del 2020, gli astrologi faranno le loro brave previsioni anche per il 2021 e nonostante la palese inconsistenza e il clamoroso flop di quelle precedenti, i boccaloni che leggono gli oroscopi continueranno speranzosi a leggere quelle previsioni e a comperare i libri dei vari Paolo Fox, Branko, Giuliana Valci, Marco Pesatori e compagnia veggente (i nomi li ho cercati su Google: gli oroscopi, io, ovviamente non li leggo).

Date le previsioni che ho fatto, la conclusione è una sola, cari lettori di Cariatinet che fate uso di cervello, di razionalità e di buonsenso: è il caso che  ci facciamo tutti, di cuore e con amore, tanti, tanti, tantissimi auguri perché, credetemi, ne abbiamo davvero bisogno.

Giuseppe Riccardo Festa

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta