Agente della Polizia ferroviaria, a Sibari, si è suicidato sparandosi al petto.

Un agente della Polizia ferroviaria, in servizio nella stazione di Sibari, si è suicidato ieri mattina sparandosi al petto con la pistola d’ordinanza. La vicenda è accaduta all’interno del posto di polizia ferroviaria della stazione di Sibari, frazione di Cassano allo Ionio. L’uomo aveva 44 anni ed era di Rossano. Per quanto si è appreso, l’agente, che era sposato ed aveva figli minorenni, temeva di essere affetto da una grave malattia.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta