A CARIATI “HO VISTO”, IL LIBRO-VERITÀ DI SANTO GIOFFRÈ SULLA SANITA’ CALABRESE

L’autore dialogherà con i locali Comitati di Lotta per il Diritto alla Salute

Il prossimo 19 agosto Santo Gioffrè, medico già commissario straordinario dell’Asp di Reggio Calabria, dov’è stato anche assessore provinciale alla Cultura, racconterà la sua verità sul malaffare della sanità calabrese in occasione della presentazione del volume “Ho visto”, pubblicato da Castelvecchi.

 L’evento, che è  curato dalla scrittrice Assunta Scorpiniti e si svolgerà in collaborazione con Lega Navale sezione di Cariati il prossimo 19 agosto, dalle ore 19.30, nel piazzale antistante la sede sociale sita nell’area portuale, si preannuncia particolarmente interessante sotto l’aspetto  culturale e civile.

Santo Gioffrè è infatti anche storico e scrittore di successo che ha al suo attivo ha numerose pubblicazioni, come “Leonzio Pilato” (Rubbettino, 2007), “Artemisia Sanchez” (Mondadori, 2008), da cui la Rai ha tratto una fiction, “La terra rossa” (Rubbettino 2010), “Il Gran Capitàn e il mistero della Madonna Nera” (Rubbettino, 2014), “L’opera degli ulivi” (Castelvecchi 2018).

In questa veste, nel 1999, ha presentato proprio a Cariati il volume edito da Monteleone “Gli Spinelli e le nobili famiglie di Seminara”, che vede le vicende storiche delle due cittadine intrecciate ai destini della stessa famiglia feudale, gli Spinelli, che nel 1500 furono appunto Principi di Cariati e Duchi di Seminara, dove lo scrittore è nato. A riguardo ci sarà un contributo dello storico cariatese Franco Liguori.

I pressanti temi dell’ultimo libro, il cui titolo completo è “Ho visto. La grande truffa della sanità calabrese”, saranno invece affrontati nel dialogo dell’autore con i componenti dei locali Comitati di Lotta per il Diritto alla Salute, molto attivi nella cittadina ionica e protagonisti di un’inedita protesta che li ha portati ad occupare, fin dallo scorso novembre, un’ala dell’ospedale Vittorio Cosentino di Cariati, chiuso dall’inaudito piano di rientro varato nel 2010 dalla Giunta Scopelliti; una protesta salita  alla ribalta mediatica nazionale e non solo,  diventando  il simbolo di tutti i movimenti di lotta per il diritto alla salute e alla sanità pubblica nati in Calabria.

L’evento del 19 agosto, voluto anche dai suddetti Comitati per tenere viva l’attenzione sul problema sanitario, al momento senza spiragli di soluzione, avrà il suo focus sulla straordinaria testimonianza di Gioffrè, che ha sollevato la pesante coltre  di un sistema criminale sotto cui si nascondevano omissioni contabili, lacune di registrazione, atti non impugnati e tante malefatte che procuravano indegni profitti, impoverendo la sanità pubblica.

Santo Gioffrè, che ha resistito per mesi a indicibili pressioni, prima di essere allontanato dal suo ruolo commissariale, ha per tutto questo manifestato più volte la sua vicinanza all’esperienza di Cariati e del suo territorio affamato di sanità. A.S.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta