“PREMIO LETTERARIO NAZIONALE DI CALABRIA E BASILICATA” AL LIBRO DI FRANCO LIGUORI: “CARIATI,LA FORMIDABILE ROCCA DEI RUFFO E DEGLI SPINELLI”.

ASSEGNATO IL “PREMIO LETTERARIO NAZIONALE DI CALABRIA E BASILICATA” PER LA SAGGISTICA EDITA AL LIBRO DI FRANCO LIGUORI : “CARIATI,LA FORMIDABILE ROCCA DEI RUFFO E DEGLI SPINELLI”. IL VOLUME, EDITO NEL 2013, HA GIA’ AVUTO NUMEROSE PRESENTAZIONI E TANTE LUSINGHIERE ED AUTOREVOLI RECENSIONI. La Commissione del prestigioso “Premio Letterario di Calabria e Basilicata”, organizzato dall’Istituto culturale calabrese “Il Musagete”, riunitasi nei giorni scorsi per proclamare i vincitori della V edizione, nelle tre sezioni di “Libro edito di poesie”, “Libro edito di narrativa”, “Libro edito di saggistica”, ha riconosciuto il valore storico e letterario del volume di Franco Liguori: “Cariati, la formidabile rocca dei Ruffo e degli Spinelli” edito nel 2013, ed ha proclamato lo storico cariatese tra i vincitori della sezione di Saggistica. La premiazione dei vincitori si avrà a Cosenza, nel Salone degli Stemmi del Palazzo della Provincia, il prossimo 03 ottobre . Riportiamo qui di seguito qualche giudizio espresso sul “libro-guida per conoscere la cittadina ionica e il suo centro storico”, dello studioso cariatese, autore anche di altri saggi , tra cui quello su Stefano Patrizi (“Stefano Patrizi, un riformatore del Settecento”, 2004) e quelli su Sibari (“Sybaris tra storia e leggenda”, 2004), e sul poeta cirotano Luigi Siciliani (“Luigi Siciliani, un poeta e scrittore calabrese tra classicità e decadentismo” , 2011), vincitore quest’ultimo della II edizione (anno 2012) dello stesso Premio. Giovanna BERGANTIN (giornalista de “Il Quotidiano della Calabria”) così scrive del libro di Liguori: “Se già sfogliarlo è un piacere, ancora più emozionante è leggerne le pagine ricche di storia, arte e archeologia. Con parole decise ed autorevoli l’autore, in questa ultima fatica, omaggio d’amore al suo paese a cui ha dedicato molti dei suoi studi e delle sue ricerche, conduce per mano il lettore con lucida scientificità consentendo non solo di scoprire la bellezza del luogo, ma anche di analizzarne il ricco patrimonio storico-monumentale” (da “Il Quotidiano” del 28 luglio 2014). Cataldo GRECO (giornalista, Ferrara) scrive che il libro di Liguori “è un libro-guida sul modello classico e universale” e “appartiene ai testi, alquanto ricercati, per la promozione della Città e del territorio”; “le sue pagine colgono con semplicità la manovra della funzione educativa: un valore rilevante in un paese appiattito, smemorizzato, privo di cultura e senza identità. Ha, infine, il duplice pregio di farsi leggere con piacere per la chiarezza espressiva e per l’uso del linguaggio corrente, che suscita nell’interlocutore un immediato interesse”. Ferdinando SALLUSTIO (giornalista e scrittore, campione di “Passaparola”) scrive, in una sua recensione apparsa nel 2014 sul periodico ostunese “Lo Scudo”, da lui stesso diretto : “In questo libro su 158 pagine sono citati ben 115 titoli di bibliografia: questi riferimenti, mattone su mattone, compongono la volta di un solido edificio saggistico e letterario che conduce il lettore in un viaggio nel tempo e nello spazio di Cariati, un viaggio di spettacolare completezza molto complesso, eppure costruito dall’autore con la capacità che gli viene dalla conoscenza dell’argomento e dalla passione con la quale questa conoscenza viene a svilupparsi. Le quaranta pagine finali con le testimonianze dei viaggiatori, famosi o meno, che sono passati da Cariati, forniscono al lettore una preziosa collana di notizie e di punti di vista che sfidano i secoli e rendono viva, e in alcuni casi immortale, Cariati e la sua gente. Preziosissimo è anche l’apparato iconografico, con le immagini che sono praticamente tutte realizzate dall’autore”. Pietro DE LEO (docente emerito di Storia Medievale all’Unical), nella presentazione del libro di Liguori all’Università Popolare di Rossano (5 apr. 2015), così si è espresso: “Un saggio veramente illuminante, quello che Franco Liguori ha regalato alla sua terra, che sicuramente è e sarà un punto essenziale di riferimento per quanti – abitanti o turisti – intendano conoscere questa zona meravigliosa della Magna Grecia”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta