“IL MIO SUD” DI PERRI A LE COLLINE DEL JAZZ

FONTE: IONIONOTIZIE.IT – 1 AGOSTO 2012 Si aprono i battenti stasera (2 agosto) alle 21.00 della seconda edizione della rassegna gastronomico-musicale “Le colline del jazz”, nella cornice della storica Masseria Mazzei Le Colline del Gelso, a Rossano. Artista di scena in questa prima serata Cataldo Perri, medico del nostro territorio jonico, che da anni, prima per passione ora come progetto professionale, ha riscoperto il suono della chitarra battente, sposata magistralmente con le sonorità mediterranee più ampie e piegata a raccontare le storie della nostra terra. Il concerto “Il mio sud”, proposto a Le Colline del Gelso il 2 agosto, è una summa dei suoi lavori musicali precedenti, presentati in un magma sonoro articolato e arricchito da temi e suggestioni che partono dall’antica memoria Mediterranea fino a quelli dei nostri giorni. Rotte saracene (ed. Rai Trade), ispirato alla storia di Laura, giovane e bella ragazza di Cariati rapita dai turchi nel 1540 e divenuta la favorita del sultano di Costantinopoli, in cui si incrociano i riverberi di Grecia,Spagna, Nord Africa, Sud Italia; Bastimenti(ed Squilibri), ispirato alla storia del nonno dell’autore emigrato in Argentina e mai più ritornato, in cui milonghe e tarantelle si fondono; Guellare’ (ed MK records), premiato col Demo Award di Demo Radio Rai uno come migliore disco etnico 2011, che è uno sguardo a tutto tondo sui temi urgenti che caratterizzano questa fase storica del Sud Italia e della Calabria in particolare. In tutto il concerto, che vedrà come protagonisti anche i musicisti Piero Gallina, Checco Pallone ed Enzo Naccarato, è presente una grande pulsione ritmica fino all’energia potente e liberatoria della tarantella. Mentre la musica liberatoria vibrerà tra le colline della campagna, sui giardini della masseria gli ospiti potranno degustare la cucina biologica e ispirata alle tradizioni calabre, curata dalla famiglia Mazzei e dalle lady chef Patrizia Cosentino e Annamaria Cassano. Il tutto accompagnato dalla fragranza dei vini della storia azienda Ippolito 1845, il cui titolare, Vincenzo Ippolito sarà presente e offrirà e racconterà processi, essenze e accostamenti dei pregiati estratti dei loro vitigni autoctoni. (Per informazioni e prenotazioni 335.5366452; 0983.569136. www.lecollinedelgelso.it info@lecollinedelgelso.it ). Di seguito si riporta il curriculum di Cataldo Perri: Nato a Cariati(CS) dove lavora come medico di medicina generale, coltiva dagli anni universitari una grande passione per la musica popolare. Suona in maniera preponderante la chitarra battente. Ha ideato il testo e scritto le musiche dello spettacolo “Laura e il sultano”, ispirato alla vicenda di una ragazza di Cariati rapita dai turchi nel 1500 e divenuta la favorita del sultano di Costantinopoli. Lo spettacolo è stato rappresentato al teatro Rendano di Cosenza e poi nei teatri tedeschi di Norimberga e di Waiblingen ecc. Le musiche dell’opera, edizioni Raitrade, vengono distribuite su cd dal titolo “Rotte saracene”. Le stesse musiche vengono spesso utilizzate dalla Rai quale commento di varie trasmissioni televisive(Sereno variabile, Mediterraneo, Linea blu……) e sono state inserite in una compilation Rai dal titolo Linea blu , i suoi brani fanno parte anche di un’altra prestigiosa compilation di Demo radio Rai uno- Ha ideato il testo e scritto le musiche dello spettacolo “Bastimenti”, ispirato alla vicenda esistenziale del nonno partito per l’Argentina nel 1924 e mai più ritornato. Tale intima vicenda familiare è servita a Perri per dedicare uno straordinario affresco in musica a tutti quelli che non ce l’hanno fatta. Lo spettacolo è stato rappresentato il 16-09-01 al teatro Rendano di Cosenza con la regia di Daniele Abbado, la Philarmonia Mediterranea, e un organico di straordinari musicisti tradizionali calabresi con ospiti Mario Arcari, Beppe Quirici, Armando Corsi,già collaboratori di Ivano Fossati e Fabrizio De Andrè e che hanno prestato anche la loro arte raffinata al disco omonimo. Lo spettacolo “Bastimenti” è stato ospitato nei teatri Pavone di Perugia, al teatro “Coliseo” di Buenos Aires, prologo di una memorabile tournèe in Argentina e poi in Germania, a Singapore, e in forma ridotta a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo. Perri ha fatto concerti : alla “Fiera del libro di Torino”,negli Stati Uniti (Columbus day 2002) all’Italian Center di Stanford ed alla Peace University, a Liverpool , al Barden treffen di Norimberga, in Svizzera , al Festival dei due Mondi di Spoleto. E’ stato ospite di alcune trasmissioni Rai(Demo, Sereno Variabile ecc..) Nel giugno 92 è stato invitato alla York University di Toronto per delle lezioni concerto sulla battente. Ha suonato con Peppe Barra, Eugenio Bennato ecc. Ha scritto le musiche dello spettacolo “ La zampogna e il violoncello” rappresentato a Copenaghen nell’agosto del 2000. Ha scritto alcune delle musiche della fiction Rai “L’uomo che sognava con le aquile” con Terence Hill. Nel 2005 ha avuto un prestigioso riconoscimento al Demo award da Pergolani e Marengo (radio Rai demo) al Mei di Faenza. Attualmente collabora con lo scrittore calabrese Carmine Abate in un progetto di musica e letteratura ispirato ai suoi romanzi: ”La festa del Ritorno” “La moto di Scanderbeg” “Gli anni veloci” ed ora all’ultima fatica “Vivere per addizione ed altri viaggi”. Con Abate è stato ospite, fra l’altro nei teatri Silvestrianum di Milano, e la “Festa del Ritorno” selezionato, ra 1500 opere, dal Ministero italiano della cultura è stato rappresentato a Roma nella sede dello stesso Ministero nel febbraio 2008. Perri ha inoltre creato alcune delle musiche del documentario ”Cessarè” sui movimenti antimafia in Calabria. Ha ideato e promosso la rassegna ”La battente nei luoghi della memoria”. Ha partecipato col suo brano Il mio sud alla compilation di artisti calabresi i cui proventi vanno alla cooperativa del Marro della Locride che gestisce insieme all’associazione Libera di don Ciotti i terreni confiscati alla Ndrangheta. Nel gennaio 2011 ha finito di registrare il suo nuovo disco “Guellarè” presentato il 2/3/2011 a Demo – Radio rai uno.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta