Una nuova stringata ma lucida analisi del commercialista Francesco Cosentino sulla disastrata situazione finaziaria del Comune di Cariati

Una nuova stringata ma lucida analisi del commercialista Francesco Cosentino, capogruppo UDC in Consiglio Comunale, fotografa con dovizia di documentazione la disastrosa situazione economica e finanziaria nonché politica della cittadina di Cariati, alla quale l’ha trainata l’attuale Amministrazione Comunale. Sulle problematiche delle “spese allegre e sui conti in rosso” dell’Esecutivo a guida Filippo Sero, l’esponente di minoranza Francesco Cosentino evidenzia a chiare lettere il suo obiettivo e competente giudizio sulla proposta fatta dai gruppi dell’opposizione per quanto concerne l’adozione della procedura del Dissesto Guidato. “Istituto giuridico, il Dissesto Guidato, che, puntualizza l’esponente del partito di Casini, al contrario, non ingesserebbe il bilancio comunale per dieci anni e, sarebbe capace, al contempo, di meglio garantire l’interesse pubblico comunale, i sacrosanti diritti di tutti i cariatesi, dei dipendenti comunali, degli LSU-LPU e di tutti i creditori comunali. Esso, infatti, prosegue Francesco Cosentino, condotto da una benefica e qualificata gestione commissariale esterna, se quanto proposto fosse stato approvato concordemente, oggi sarebbe stato già chiuso, avrebbe risanato il bilancio comunale ed avrebbe fatto risparmiare tanti disagi ai cariatesi“. L’esponente dell’opposizione passa poi ad accusare la maggioranza nel non mai aver voluto una collaborazione da parte della minoranza sui gravi problemi della cittadina. ”Questa maggioranza, precisa Francesco Cosentino, non ha mai voluto momenti di collaborazione e confronto costruttivo con i gruppi di opposizione, distorcendo tali concetti con quelli di “omertà, silenzio e convivenza” sui tanti problemi che attanagliano Cariati, sulle tante mancanze e colpe di questa Amministrazione Comunale”. Il je accuse di Francesco Cosentino si conclude con un’analisi fredda ma lucida sul Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale che a suo avviso “oltre ad essere non veritiero nei fatti, non sarà concretamente sostenibile ed attuabile dal nostro Ente comunale. Esso, asserisce Francesco Cosentino, gestito dagli stessi amministratori che hanno generato questa situazione di totale “default” comunale, finirà soltanto per concretizzarsi in una falsa perdita di tempo che non risolverà i problemi del nostro comune, ma li aggraverà, anche in termini di mancati servizi essenziali e di opere pubbliche. La deliberata procedura di Pre Dissesto si tramuterà, chiosa Francesco Cosentino, esclusivamente in un ulteriore “sopruso” e “furto” ai danni dei cariatesi, ai quali verranno aumentati al massimo tutti i tributi senza avere in concambio i necessari servizi. Ciò, al solo scopo, conclude amaramente il capogruppo dell’UDC cariatese Francesco Cosentino, di tentare di coprire maldestramente i costi dei tanti sprechi, delle tante clientele di una incapace e nociva azione amministrativa che dura ormai da circa otto anni”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta