Domenico Berardi, ragazzo nato a Cariati, si sta confermando uno dei giocatori più in forma e talentuosi del campionato di serie A.

Confesso di essere un tranquillo appassionato di calcio, ma non un esagitato. Insomma, non appartengo al partito di quelli che mangiano “pane e pallone”. Ciò detto potrebbe risuonare in modo negativo, ma non voglio dare assolutamente questa impressione. Al sottoscritto, il calcio piace, ma si tiene a debita distanza dalla contagiosa febbre del pallone. Beh, allora senza falsi entusiasmi mi fa piacere fare alcune riflessioni a voce alta sul legame tra Cariati e il mondo del calcio giocato nazionale, di ieri e di oggi. La località ionica ha dato i natali a lusinghieri campioni che hanno calcato importanti rettangoli di gioco italiani e internazionali. I Tosto, i Montesano, i Cozza, etc. Tanto è l’orgoglio, presente e passato, dei cariatesi a sentire le origini e i trascorsi locali di alcuni dei loro beniamini. Certamente un punto di forza qualificabile della cittadina ionica, che ha tutte le potenzialità di fare del calcio un volano di sviluppo e promozione. Da lettore delle gesta calcistiche locali, riscontro che si è sulla buona strada e che presto si coroneranno delle belle soddisfazioni. Dare concretezza, infatti, al ruolo aggregante del calcio e dello sport in generale: è uno di quei temi in discussione molto importante per la crescita dei ragazzi, soprattutto per quelli che vivono nei piccoli Comuni. Nel frattempo, come non segnalare la prima tripletta del giovanissimo, Domenico Berardi, oggi nelle fila del Sassuolo, alla Sampdoria nel posticipo del campionato di serie A. Il calciatore del Sassuolo, nato a Cariati e vissuto nella vicina Mirto Crosia, è stato il protagonista della prima vittoria in esterna della squadra nero-verde, segnando tre dei 4 goals, di cui 2 su rigore. Il giovane attaccante, classe ’94, di proprietà della Juventus che lo ha prelevato a 16 anni dal Cosenza, lo scorso anno ha fatto il suo debutto con il Sassuolo e ha contribuito alla storica promozione nella massima serie. E ora si sta confermando uno dei giocatori più in forma e talentuosi del campionato. Avanti i prossimi, degni eredi dei tanti campioni che hanno già fatto parlare delle loro conquiste e di Cariati. Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta