UN VIDEO SU SAN ROCCO PER PROMUOVERE IL TURISMO RELIGIOSO

Cariati 4.10.12 – Il turismo culturale religioso come incontro tra popoli diversi che fa emergere le radici spirituali della nostra gente. Ne è convinto Giovanni Filareti, giovane delegato comunale al turismo e alle politiche per la promozione territoriale che, tra le tante iniziative poste in essere nei mesi scorsi finalizzate a rendere competitiva l’offerta culturale di Cariati e valorizzare le potenzialità di questo lembo di Calabria, fatta non solo di spiagge, sole e mare, ha realizzato un video sulla festa di San Rocco. Emozioni, suoni, luci e colori catturati in un bellissimo filmato da Milad Zarder, giovane video maker ideatore di altri spot promozionali su Cariati. Il video professionale verrà presentato domenica 7 ottobre, alle ore 18,30 subito dopo la Santa Messa, nella chiesa Cristo Re. Il parroco don Mosè Cariati, ringraziando Giovanni Filareti per questo regalo fatto alla comunità, ha precisato che la sua azione pastorale è rivolta anche all’incremento del turismo religioso con i vari momenti di pietà popolare distribuiti nell’arco di tutto l’anno liturgico. “La pastorale del turismo religioso, ha dichiarato a questo proposito il sacerdote, è uno strumento evangelico, in più aiuta l’economia locale e, quindi, l’intera comunità. Questi nuovi sentieri della fede vanno nell’ottica di un servizio turistico integrato, a beneficio di tutta la popolazione”. Tra le feste religiose e patronali della Regione, quella di Cariati del 16 agosto costituisce ogni anno un evento non solo di chiesa, ma anche enogastronomico e un’attrattiva naturalistica unica per la suggestiva processione a mare e con lo sfondo incantevole del tramonto jonico. È la grande festa dell’estate, un appuntamento molto partecipato che riesce a mettere insieme fede cristiana e cultura, una festa sospesa tra sacro e profano, in un tripudio di luci, colori, suoni e fuochi. “La promozione intelligente e integrata del territorio sul mercato turistico nazionale ed internazionale passa anche dagli eventi religiosi e culturali, ha dichiarato il dottor Filareti, per scoprire i nostri luoghi, sorprendentemente ricchi di storia e tradizioni, e favorire un turismo sostenibile destagionalizzato. La festa di San Rocco fa parte della tradizione popolare, ha continuato il delegato al Turismo, con un cerimoniale che si svolge tra mare e terra in cui gli elementi del vivere quotidiano si caricano di una valenza simbolica che scaccia ed esorcizza il male; sono momenti in cui fede e folklore si fondono per regalare alla folla uno spettacolo intensamente ed emotivamente partecipato, che si chiude con i fuochi pirotecnici, ingrediente fondamentale delle feste religiose, spettacolo effimero che incanta e affascina”. Si tratta, in sostanza, di dare una risposta di qualità ai nuovi flussi turistici con una proposta che combini insieme turismo e religione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta