SANITÀ,OPPOSIZIONE URLA,IO SEGNALO

DICHIARAZIONE DEL SINDACO – GIUSEPPE ANTONIOTTI ROSSANO (CS) – Venerdì, 19 Luglio 2013 – L’opposizione preferisce continuare a strumentalizzare a mezzo stampa i disagi dei cittadini, soprattutto in materia di fruizione dei servizi sanitari. Senza apportare alcuna soluzione o indicare alternative praticabili, ma soltanto avvelenando il clima sociale. Il sottoscritto preferisce, invece, continuare ad occuparsi, ogni giorno ed in silenzio, dei disservizi segnalati presso l’Ospedale, rivolgendosi personalmente ai responsabili ed ai vertici dell’azienda sanitaria, denunciando sistematicamente e per iscritto situazioni oggettive di difficoltà che non possono restare come sono. Questa, purtroppo o per fortuna, è la differenza profonda e di stile che mi vedo costretto a sottolineare ed a far nuovamente rilevare a quanti restano convinti di poter conquistare consensi demagogici scaricando sul Sindaco, sulla Giunta e sul centro destra nel suo complesso tutti gli effetti perversi della riorganizzazione sostanziale della sanità in Calabria. Una trasformazione radicale, conseguenza di una lunghissima fase di sprechi certamente noti al centro sinistra rossanese e di snaturamento stesso del servizio sanitario, che non poteva essere più dilazionata. Un piano di rientro, tuttavia, rispetto al quale, così abbiamo sempre ripetuto, come amministrazione e come centro destra, eravamo e restiamo contrari per ciò che concerne le inaccettabili decurtazioni subite a Rossano e nel territorio. Sono diverse le proteste, le denunce e le segnalazioni trasmesse, dal sottoscritto ai vertici aziendali, da ultimo tre giorni fa, facendo mie tutte, nessuna esclusa, le lamentele e le gravi criticità espostemi quasi ogni giorno dai cittadini. A prescindere dalle accuse strumentali che ricevo, questa mia azione continua a svolgersi senza clamore, senza telecamere appresso, senza manifesti e senza polveroni. Rivendicando strutture adeguate, al pari di chiunque abbia a cuore il diritto alla salute di tutti, senza esclusive incomprensibili sulla tutela dei diritti. E senza alcuna inventata difesa dell’indifendibile. Per quel che mi riguarda continuerò, con tanto di sopralluoghi senza truppe appresso, a non lesinare sforzi nella verifica quotidiana dei disagi patiti dai miei concittadini nella struttura ospedaliera, facendomene portavoce nelle sedi competenti e tentando, soprattutto, di portare a soluzione, seppur in minima parte, qualcuna delle emergenze che nessuno ha mai negato o nega. Così come ho già fatto, tempo addietro, con le richieste di ammodernamento dei locali del pronto soccorso, per la vigilanza all’ingresso dell’Ospedale, per l’aumento e la mobilità del personale, per talune nuove apparecchiature e per tante altre cose chieste, prese in considerazione e portate a soluzione, senza alcuna demagogia. Resto convinto, però, della necessità di evitare ogni esagerazione e ogni allarmismo nei cittadini e nei turisti, soprattutto in questa fase. Nei prossimi giorni, infine, incontrerò, sempre senza trombe, il comitato per il nuovo Ospedale della Sibaritide, insieme al Sindaco di Corigliano, per concretizzare l’atteso avvio dell’iter di realizzazione della nuova importante e storica struttura dell’Area Urbana e del territorio, destinata a riequilibrare tanti vuoti attuali.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta