RIFIUTI,DIFFERENZIATA AL 40% IN 2 ANNI –

RIFIUTI,DIFFERENZIATA AL 40% IN 2 ANNI – TRA I PRIMI A REALIZZARE L’ISOLA ECOLOGICA – DONNICI: SUI RIFIUTI NON SUBIAMO L’EMERGENZA MANDATORICCIO (Cs), Lunedì 16 Gennaio 2012 – Ambiente, dopo aver introdotto la differenziata (prima assente!), si è arrivati, oggi, intorno al 40%. Un risultato doppiamente positivo per l’Esecutivo DONNICI. A ciò si aggiunga l’individuazione e bonifica di diverse discariche abusive sul territorio, prima abbandonate al loro destino. Più la realizzazione dell’isola ecologica: Mandatoriccio è stato tra i primi comuni a provvedere in merito. Il 2011, anche in tema di ambiente, è dunque scandito da risultati importanti e strategici per la Città. E’ già stata attivata, tra l’altro, anche la raccolta ingombranti. Per quanto riguarda la differenziata, si raccoglie già carta, cartone, plastica e vetro. L’isola ecologica, in località Praca, a circa 2km dal centro storico, consentirà il pretrattamento. Stiamo inoltre cercando con i territori confinanti – dice il Sindaco – di coordinare la possibilità di un affidamento congiunto in tema rifiuti. Sarebbe una cosa auspicabile, perché più comuni insieme possono gestire questo tipo di servizio che può portare una serie benefici. Dall’abbattimento di alcuni costi al miglioramento delle condizioni generali. Possiamo tranquillamente dire – prosegue – che anche sul tema caldo dei rifiuti abbiamo saputo governare, con i piedi per terra, senza subire l’emergenza, che però c’era e purtroppo rimane, su scala regionale e territoriale. E tuttavia – aggiunge – quando l’intera regione e provincia, la scorsa estate, viveva momenti drammatici per il blocco della raccolta dei rifiuti per strada, nel territorio di Mandatoriccio, grazie alla collaborazione degli operatori ed all’attenzione e lungimiranza degli amministratori, non vi è stato un solo momento di instabilità, e ciò nonostante le numerosissime presenza estive, da record. Una soddisfazione – conclude DONNICI – che condividiamo con la nostra comunità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta