Più coesione. Più unitá in Consiglio comunale

Bisogna volare alto e in modo compatto

L’ultimo appuntamento del Consiglio comunale di Cariati ha mostrato all’opinione pubblica un preoccupante spaccato di debolezza e inadeguatezza nei confronti dell’intera comunità.

A mio modesto parere non andava assolutamente dato, in special modo visto il delicato tema posto all’ordine del giorno della riunione.

Infatti, di sicuro lo stato d’essere della vicenda del nosocomio locale é a cuore di tutti: amministratori pubblici di maggioranza e minoranza, ma principalmente dei cariatesi e dei turisti che frequentano abitualmente il paese.

Bisogna volare alto e in modo compatto.

Ciascuno deve dare il buon esempio, provando e riprovando soluzioni che tengano alto l’interesse generale dell’intera comunità.

A parole semplici, la salvaguardia dell’Ospedale civile Vittorio Cosentino e, quindi, l’operatività e il rilancio dello stesso non sono temi sui quali si divide.

Sarebbe inverosimile un tale irresponsabile atteggiamento. Per giunta sinonimo di grande limite e scarsa responsabilità da parte di chi dovrebbe, al contrario, dare il buon esempio.

Orgoglio, emotività, personalismi, protagonismi devono essere messi da parte. Altrimenti non si caverà un ragno dal buco.

In questi precisi momenti servono persone animate di sano e proficuo buon senso. Forse da trovare anche fuori dai ruoli di responsabilità. Che sappiano riportare sulla retta strada il confronto e dibattito, nel pieno rispetto di tutte le parti e posizioni, tra chi ricopre incarichi apicali di maggioranza e minoranza.

Uomini e donne, super partes, cui sia riconosciuta la stima e la fiducia di tutti, al punto da costruire e alimentate un dialogo e un ascolto reciproco, con l’obiettivo di raggiungere un unico risultato. Quello di un Ospedale che ritorni presto agli antichi splendori di un tempo andato, quale punto di riferimento garantito per un vasto territorio, grazie naturalmente alle sue eccellenze mediche.

Assumersi la responsabilità a farlo é già un primo importante passo che non merita lo spettacolo che si é dato nell’ultimo Consiglio comunale.

Nicola Campoli

 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta