PIETRAPAOLA : LA STRADA PROVINCIALE GETTATA NEL DIMENTICATOIO

Il segretario dem Giuseppe Arcangelo: “Vergognosa assenza della Provincia. I cittadini del centro storico non possono essere trattati cosi. Urgono immediati provvedimenti

Ormai da tempo la strada provinciale che collega la marina al centro storico di Pietrapaola fa parlare di se. Una storia tutta all’italiana quella che riguarda il tratto stradale provinciale nella località Pontì . Una strada franata, causa le intemperie e i normali assestamenti del terreno, abbandonata per anni , quasi come se i cittadini residenti nel centro storico non avessero diritto ad una adeguata viabilità per raggiungere le loro abitazioni . Un ennesimo disagio che per molto tempo non è stato considerato dagli organi competenti. Diversi i tentativi , dell’amministrazione comunale ,di provvisoria riparazione e diversi i solleciti agli organi competenti, fino a quando dopo mesi e mesi la Provincia decise di finanziare i lavori di riparazione.

Iniziarono i lavori e finalmente vennero portati a termine. Purtroppo , subito dopo le prime piogge iniziano nuovamente i disagi. Il manto stradale nuovamente impraticabile , buche e fango. Uno dei tanti lavori svolti all’ italiota. A tal proposito , vista l’insostenibile situazione , i Giovani Democratici di Pietrapaola hanno deciso di bacchettare la Provincia. “ Insostenibile situazione , è giunta l’ora di sistemare definitivamente la strada. I cittadini del centro storico non sono e non devono assolutamente essere trattati come cittadini di serie B. La provincia deve subito intervenire ” – afferma il segretario Arcangelo. Una penosa situazione che non trova soluzioni ormai da tempo.

Non rimane che entrare in gioco a gambe tese e sistemare il tutto in maniera ottimale. “Chiederemo un incontro al presidente della Provincia. E’ nostro dovere sposare le cause della nostra comunità e spendere le nostre energie cercando di risolverle” -conclude il segretario dem- “spero che gli organi competenti sorveglino affinché il danaro pubblico non venga sperperato e chiedo apertamente a tutte le istituzioni del posto di sposare la causa pietrapaolese per uscirne vincenti

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta