PERICOLO DELLA RETE: ne hanno parlato relatori e studenti all’ITI “G. Mazzone”

Importante convegno dal titolo #NODIPENDENZADALLARETE .

Interessante seminario delle classi IV dell’IIS di Cariati ,  giovedi  5 aprile presso l’aula magna sede ITI “G. Mazzone” su #NODIPENDENZADALLARETE .

Le relazioni del Capo Commissario di Polizia di Stato di Rossano, Dr. G. Massaro, dell’ispettore Verrina Saverio,  della Dr.ssa Carmela Sciarrotta, Coord. Serv. Soc. Asp CS, nonchè del Dr. P. Savoia – Resp. SERT Asp CS – e della presidente associazione nazionale forense di Castrovillari, avvocato Graziella Algieri, hanno ben illustrato la tematica della dipendenza dalla rete, ed i pericoli che corrono i giovani sull’affidarsi a conoscenze virtuali.

L’approccio “ad” una rete di sostegno verso l’integrazione costituita  soprattutto “da relazioni”: lavorare con un modello di rete significa, infatti, sviluppare e costruire  relazioni tra risorse, sinergiche e collaborative.

Come possiamo restare ‘umani’ in un mondo sempre più tecnologico? Il viaggio dentro una stanza spesso.. diventa lontananza… e i neuroni specchio spesso diventano il riflesso visibilissimo dell’isolamento imperante. E si ha la sensazione che i social media e i supporti digitali, ovvero i social network, stiano rimodulando le facoltà mentali dell’individuo, ad esempio il pensiero profondo, l’attenzione e la memoria.. mutando drasticamente l’impatto delle emozioni sul cervello. Gli alunni delle classi IV dell’IIS di Cariati, con i loro lavori, hanno voluto esprimere il proprio personale ringraziamento verso coloro i quali, ancora credono nella prevenzione di comportamenti e di modalità di impiego di atteggiamenti e strumenti, che possono essere rimodulati per il miglioramento delle personali attitudini e rispettivi modi di essere.

Illustrare ai giovani in sala le regole della Netiquette, regole di bon ton da usare in internet, e la difficoltà ad ottenere il “diritto all’oblio”, il diritto ad essere dimenticati dalla rete  è stato l’ intento organizzativo  che ha inteso proporre come criterio di traguardo di apprendimento, un laboratorio a classe aperte e parallele…, con un registro contenutistico e linguistico rivolto a soggetti atti all’età per il consenso digitale.

I ragazzi devono essere ascoltati da figure professionali di impegno territoriale e di piglio emozionale,… e orientati verso ogni responsabilità sociale, con il buon senso e la delicatezza degli anni che li contraddistinguono.

Il seminario si è tenuto grazie alla volontà e l’impegno profuso dalla Dirigente Scolastica Ornella Campana,  la figura strumentale Isabella Cosentino e i prof. degli indirizzi di studio della scuola polo:  Tiziana Capalbo,  Antonio Zumpano, Pasqualina Sprovieri, Francesco Benevento e l’assistente tecnico Antonio Rossano.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta