OTTO TORRI SI COMPLIMENTA CON SERO LO GIUDICE: POLITICHE CULTURALI ILLUMINATE L’AUSPICIO: CONTINUARE A COLLABORARE

OTTO TORRI SI COMPLIMENTA CON SERO LO GIUDICE: POLITICHE CULTURALI ILLUMINATE L’AUSPICIO: CONTINUARE A COLLABORARE ROSSANO, Martedì 7 Maggio 2011 – Otto torri sullo Jonio si complimenta con Filippo SERO. Per il portavoce dell’associazione europea, SERO è stato un sindaco illuminato e che ha consolidato la vocazione europeista di Cariati, dialogando con le associazioni e agevolando l’investimento culturale. Otto torri fa, infine, gli auguri a tutti i candidati a Sindaco, auspicando che il rapporto di collaborazione con la Città, sede storica del Meeting Euromed, possa continuare in futuro. DICHIARAZIONE Avv. EDOARDO LO GIUDICE Con l’avvicinarsi dell’importante appuntamento elettorale trasmettiamo nostri migliori auguri ai candidati a sindaco e a quanti hanno inteso concorrere al consiglio comunale. L’occasione è adatta per alcune riflessioni sull’operato della Giunta cariatese guidata da Filippo SERO nella legislatura in scadenza. Otto Torri, come tutti sanno, è legata alla Città di Cariati da un rapporto speciale. Tra le Otto Torri del Centro Storico di Cariati è infatti nato il primo esperimento di aggregazione giovanile che ha seriamente messo l’Europa al centro dell’attenzione di un intero territorio. È sulla marina di Cariati che è cresciuta la passione per il dialogo attraverso il mediterraneo che ha permesso all’Associazione di diventare un think tank ed un punto di riferimento in Calabria. Un rapporto speciale che ha rischiato di andare perduto. E che il Sindaco Filippo SERO e la sua Giunta hanno saputo ricucire e alimentare, riproponendo al centro dell’agenda politica e della vita associativa e pubblica di Cariati i temi dell’Europa, della valorizzazione dei centri storici, del turismo culturale, dell’etica pubblica, della marineria e della forza delle idee. I complimenti e gli auguri di Otto Torri sono rivolti a Filippo SERO. Ci auguriamo infine che il rapporto, la sinergia con la città possa continuare, al di la di chi amministrerà la città per i prossimi cinque anni, sperando di poter continuare a condividere un visione della città e del territorio quale riferimento turistico, culturale, paesaggistico, identitario nella regione.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta