CALCIO: PER IL CARIATI SI AVVICINA L’INIZIO DEL CAMPIONATO. IN QUALE STADIO?

Ad oltre tre mesi dal termine del campionato di prima categoria, che il Cariati Calcio ha vinto brillantemente con un netto vantaggio sulle sue dirette contendenti e con ben due giornate di anticipo, alcune asserzioni, provenienti dall’ambito societario, evidenziano, a chiare lettere, quelli che potrebbero essere gli scenari dell’imminente stagione calcistica. Iniziamo dallo stadio comunale “Il Rinacchio“, che era e rimane una struttura non curata, dalla manutenzione insufficiente nonché con un terreno di gioco deficitario, privo di basilari criteri che ne impediscono un regolare espletamento di un qualsiasi incontro e privo persino di un drenaggio che ad ogni temporale ne impedisce lo svolgimento dell’incontro. Per quanto concerne il nuovo campo sportivo del Varco, nell’ambito del finanziamento provinciale, l’imprenditore economico Giuseppe Didonna, stretto collaboratore del presidente, puntualizza: “Da quasi un mese aspettiamo, invano,asserisce Didonna, che i lavori relativi al terreno di gioco e agli spogliatoi, aggiudicati all’impresa dei fratelli Gallina di Corigliano, abbiano inizio. Tutto ci risulta essere in regola, prosegue Didonna, ci sono le autorizzazioni necessarie e nessun impedimento ad ostacolare l’avvio dei suddetti lavori. Eppure, ad oggi, nessuna ruspa, nessun mezzo, né alcuna squadra addetta ai lavori”. Didonna si chiede: perché? Cosa rallenta ancora l’inizio dei lavori? Va precisato che se i lavori non saranno ultimati entro la fine di Agosto, il Cariati del presidente Sabatino Tosto sarebbe costretto, tra l’indifferenza dell’Amministrazione Comunale, ad iniziare il campionato di promozione nelle strutture sportive dei paesi limitrofi. Altro punto essenziale l’allargamento della società. E’ storia nota che la priorità, assunta dalla dirigenza è quella di aprire all’entrata di nuovi investitori al fine di assicurare maggiore stabilità al Cariati Calcio. Terza problematica quella riguardante la compagine per il campionato di promozione. Ai calciatori che componevano la precedente rosa, secondo quanto emerso nelle ultime settimane, dovrebbero aggiungersi un paio di “over“, esperti conoscitori del campionato di promozione e una serie di fuoriquota, al fine di assicurare al Cariati Calcio una compagine che possa ben onorare il prossimo campionato che aprirà i battenti con la Coppa Italia il 6 settembre. Mister Vincenzo Filareti sarà ancora per un’altra stagione il responsabile dell’area tecnica ed avrà pieni poteri gestionali in condivisione con i quadri dirigenziali societari di cui Sabatino Tosto, il presidente effettivo, ne è espressione, avendo sempre evidenziato impeccabili capacità organizzative nonché oculatezza negli investimenti. Per quanto concerne gli acquisti la dirigenza ha già messo a segno il primo colpo con l’acquisto dell’esperto e valido attaccante Vincenzo Catalano, classe 1984, punta veloce, sgusciante e dotato di una imprevedibilità che sconcertano i suoi avversari. Al momento sembra che il presidente Sabatino Tosto, su espressa richiesta del trainer Vincenzo Filareti, stia per concludere l’acquisto dell’esterno difensivo Giacomo Bombarolo, classe 1984, mentre si resta in attesa dell’assenso del centravanti Raffaele Apicella per un altro anno con il Cariati, capocannoniere del girone A del campionato di prima categoria, con ben trentacinque reti, beniamino degli ultras.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta