nuova parrocchia che è intitolata a San Gaetano Catanoso

Un evento importante per la comunità ecclesiale e civile della città di Corigliano Calabro è in programma per domani sera (sabato) alle ore 18.30 nella frazione San Nico. L’arcivescovo Santo Marcianò ha difatti eretto, con apposito Decreto, un nuova parrocchia che è intitolata a San Gaetano Catanoso ed ha sede presso la struttura (chiesa e locali annessi) già edificata e dedicata al santo di origine reggina lo scorso 6 gennaio del 2009. In quella occasione il pastore di Rossano-Cariati ebbe a dire ai fedeli del posto: “Siate luce del mondo guardando al Cristo e lasciandovi guidare dall’esempio fulgido di Padre Catanoso che ha dato tutto per amore di Dio”. In pratica la nuova parrocchia è costituita da una porzione di territorio che viene separata dalla parrocchia di Sant’Apollinare. Per la guida di questa nuova comunità l’Arcivescovo ha nominato parroco don Mimmo Laurenzano. La solenne celebrazione sarà presieduta da mons. Marcianò, presente il clero della vicaria e le autorità civili e militari. Nel corso della celebrazione sarà data lettura sia del decreto di erezione della parrocchia che della nomina del parroco. Alla giornata di domani ci si è preparati con due serate di animazione curate dal Seminario Arcivescovile di Rossano e dal Centro diocesano Vocazioni. In particolare con la comunità locale si sono organizzate una festa giovani ed una veglia vocazionale. Breve profilo del santo calabrese San Gaetano Catanoso, nato a Chorio di San Lorenzo (Reggio Calabria) nel 1879, ordinato sacerdote, fu parroco di Pentidattilo e della chiesa della Purificazione a Reggio Calabria; padre spirituale del seminario, cappellano degli Ospedali Riuniti, confessore di numerosi istituti religiosi e dei carcerati e fondatore delle Suore Veroniche del Volto Santo. Morì a Reggio Calabria il 4 aprile 1963 e la sua santa morte e la sua eroica vita, indusse la Chiesa di Reggio Calabria e le Suore Veroniche a richiedere il processo per la sua beatificazione; la causa iniziò il 15 dicembre 1981, fu proclamato venerabile il 3 aprile 1990 e beato il 4 maggio 1997 in Piazza S. Pietro, da papa Giovanni Paolo II. Papa Benedetto XVI, nella sua prima cerimonia di canonizzazione, lo ha proclamato santo il 23 ottobre 2005 in piazza San Pietro.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta