MA QUALE QUESTIONE MORALE?

CARIATI (Cs), Lunedì 7 Maggio 2012 – Consiglio comunale, assenza della maggioranza, il Sindaco Filippo SERO: nessuna mancanza di rispetto o atteggiamento sgarbato. L’opposizione era stata preavvertita. È sempre la solita strumentalizzazione mediatica. La coalizione che sostiene l’Esecutivo non si è mai sottratta al confronto. Rispedite accuse e toni al mittente. DICHIARAZIONE DEL SINDACO AVV. FILIPPO SERO Nessuna mancanza di rispetto o scorrettezza o, ancora, atteggiamento sgarbato nei confronti del Consiglio Comunale e dei consiglieri di minoranza in modo particolare. Questi ultimi, infatti, erano stati preavvertiti, dapprima telefonicamente, poi in occasione di una riunione dei capigruppo appositamente convocata dal Presidente del Consiglio che, nonostante, la data del 3 maggio fosse stata concordata nella seduta del 17 aprile, sopravvenuti e improcrastinabili impegni di diversi consiglieri di maggioranza impedivano che l’adunanza si potesse tenere per la data concordata. Tanto che nella medesima occasione, i capigruppo, presente anche il Sindaco, hanno concordato la data di riconvocazione per il 18 maggio, seppure hanno preannunciato che il giorno dopo si sarebbero, comunque, presentati nell’aula consiliare. Una scelta, quindi, che mirava soltanto alla strumentalizzazione mediatica della vicenda. Di certo né il sindaco, né la maggioranza si sottraggono al dialogo e al confronto. Né si può permettere che alcuno sbandieri una presunta questione morale su problematiche sulle quali, al contrario, abbiamo agito e continuiamo ad agire in piena trasparenza. Siamo dunque di fronte alle solite ingiurie e contumelie che rinviamo ai mittenti e che, evidentemente, nonostante gli anni passati sugli scranni dell’opposizione, ancora non sanno trovare i mezzi di un confronto fattivo ed utile per la nostra comunità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta