L’istituzione della commissione bilancio rinviata al prossimo consiglio comunale del 26 maggio

Nella seduta consiliare, tenutasi nella serata del 18 maggio scorso, il sindaco Filippo Sero, nel corso del suo intervento, ha ribadito l’ulteriore responsabilità derivante dalla conquista della quarta Bandiera Blu, riconosciuta alla comunità, puntualizzando, per merito di tutti. Non si tratta, ha aggiunto, del superamento magico di tutte le problematiche esistenti e che nessuno nega; ma in un periodo pesantemente critico per l’intera nazione, ha concluso il primo cittadino, la riconferma di questo significativo e ambito riconoscimento non può che giovare alla cittadina del basso ionio cosentino nel suo complesso. Il capogruppo del PD, l’avv. Mario Sero, intervenendo sulla disastrata questione finanziaria e particolarmente sul punto relativo alla commissione controllo sul bilancio e sui tributi ha puntualizzato che: “La situazione è ai limiti del fallimento. Non possiamo trascinare la città in questa agonia. Urge, ha proseguito l’esponente del Partito Democratico, un’azione sinergica. Bisogna tagliare le spese avendo contezza di tutti i capitoli di bilancio, confrontandosi seriamente con tutti i responsabili delle diverse aree. In questa cornice noi parliamo di commissione allargata, con la presenza fattiva ed importante della minoranza. In materia di finanza pubblica, ha concluso l’avv. Mario Sero, siamo disponibili a dare una mano”. E’ intervenuto successivamente l’assessore al bilancio, Leonardo Celeste, che ha espresso la sua condivisione rispetto al ragionamento del consigliere Mario Sero, ribadendo la necessità e l’utilità di trovare una via unitaria e di dialogo costruttivo con le minoranze sulla delicata questione. La soluzione, ha affermato Celeste, è quella di una normale commissione bilancio che proporzionalmente rappresenti le diverse forze consiliari. “Commissione che, ha precisato il sindaco, la maggioranza aveva già proposto, ciò che non convince è la vastità dell’oggetto indicato nella proposta di commissione avanzata dalla minoranza”. Sulla problematica viabilità ed illuminazione il sindaco Filippo Sero ha precisato che si vive un momento di difficoltà oggettiva, ed è un dato di fatto che non riguarda solo la cittadina di Cariati; c’è una generale crisi di liquidità. Ha fatto poi riferimento ai mutui per la viabilità urbana per 200 mila euro, per la viabilità rurale per 75 mila euro nonché per il ripristino della pubblica illuminazione per 90 mila euro. Tuttavia oggi non abbiamo più una squadra di manutenzione e stiamo pensando ad ipotesi di gestione interna. Anche la tassa di soggiorno, ha concluso Filippo Sero, potrebbe essere di ausilio nei prossimi anni.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta