L’IDENTITÀ MARINARA NEL NOME DI S.RITA

Gemellaggio Santa Rita tra Cariati e Cascia, dai momenti religiosi e di fede alla condivisione del patrimonio identitario, lo spirito di partecipazione popolare è stato immutato. Preziosa la sinergia tra amministrazione comunale e le associazioni che hanno collaborato per la riuscita dello storico evento. Importante, tra gli altri, il sostegno del Gruppo di Azione Costiera (GAC) presieduto da Cataldo MINÒ che nel corso di una delle quattro serate (venerdì 25 aprile) ha curato e organizzato il riuscito momento di degustazione, da parte della delegazione di Cascia, della ricchezza enogastronomica marinara cariatese. A ribadire ulteriormente la soddisfazione sua personale e dell’Amministrazione Comunale è il Sindaco Filippo SERO che ringrazia tutti coloro i quali hanno lavorato per questo evento (dalle associazioni sportive alla Pro Loco, alla cittadina delegata alla cultura Assunta TRENTO a IGRECO per la donazione dell’olio) conclusosi, per la parte calabrese, lo scorso 27 aprile a Cariati, ma, che si chiuderà definitivamente a Cascia il 22 MAGGIO prossimo. È stato importante – dichiara il Primo Cittadino – l’impegno del GAC del quale il comune fa parte, perché ha fatto sì che gli ospiti conoscessero anche l’importante realtà marinara di Cariati. Una delle più importanti della Calabria – precisa – insieme a quella di Corigliano, con un’identità storica importante che non va dimenticata. Per questo motivo – conclude SERO – il mio plauso va al Presidente Cataldo MINÒ per aver saputo organizzare una serata identitaria a base di pesce. Il Gruppo di Azione Costiera, nella serata del 25 aprile scorso, ha intrattenuto gli ospiti di Cascia presso l’Antica Masseria animata da Mimmo SCARPELLO, facendo conoscere ed apprezzare attraverso i prodotti ittici locali l’autentica anima marinara dello ionio cosentino. Tavola imbandita e ricco buffet a base di pesce fresco: dalle alici ai polipi alla tradizionale “ghiotta” ecc. Grande apprezzamento da parte della delegazione di Cascia e complimenti al Presidente del GAC Cataldo MINÒ che ha invitato gli ospiti a ritornare in Calabria per continuare a scoprire l’intera Sibaritide .- (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta