L’ALTERNATIVA rinnova la solidarietà e fiducia alla Sindaca e Dirigenti comunali

l’ALTERNATIVA, nel rinnovare la totale solidarietà e fiducia alla Sindaca e ai Dirigenti comunali coinvolti in questa assurda ed ingiusta vicenda, sente l’esigenza di rispondere all’ennesimo, vile e strumentale attacco posto in essere dall’Unione Civica Cariati Unita con il recente manifesto, che ha imbrattato i muri di Cariati e offeso l’onestà intellettuale e la vera DIGNITÀ di tutto il popolo cariatese.

Popolo che per ben due volte ha sostenuto e dato fiducia a questa Sindaca e alla sua Maggioranza, attribuendo loro un ampio consenso elettorale.

Non saranno né questa spiacevole vicenda – che ci auguriamo si risolverà in tempi brevi, ponendo la massima fiducia nella Magistratura e nel suo lavoro – né le continue ed infondate denunce della minoranza – che sottraggono solo tempo a chi vuole lavorare per il bene comune – ad impedire al nostro Movimento di amministrare Cariati e di realizzare quel cambiamento auspicato e fortemente voluto dai cittadini. Cariati non è un paese senza guida e senza nocchiere e non si trova ad affrontare alcuna tempesta, la giunta e tutti i consiglieri sono ognuno al proprio posto a svolgere il loro lavoro, nell’esclusivo e prioritario interesse di Cariati e dei Cariatesi, garantendo nel migliore dei modi anche la stagione turistica in corso, nonostante l’ereditato DISSESTO FINANZIARIO di oltre 35 milioni di euro.

I consiglieri di minoranza soffrono di problemi di memoria quando affermano che questo è il peggior momento che il nostro paese sta attraversando! Dimenticano, volutamente, numerose vicende incresciose, dannose e vergognose, quali il caso SOGEFIL (sollevato anche da chi, oggi, solo per interessi personali è stato folgorato sulla “via di Damasco”), INCARICHI E PREBENDE SOLO A PARENTI, AMICI E PRESTANOME, NOMINE DIRIGENZIALI A FRATELLI…

Altro che “sudditanza”, altro che incapacità amministrativa, altro che vergogna! Perché non avete provato VERGOGNA quando la gestione amministrativa – in cui erano presenti sia il vostro “leader perdente” che stretti parenti di attuali consiglieri di minoranza – dava continui affidamenti diretti e proroghe alla ditta colpita da interdittiva antimafia già dall’aprile 2014, come se nulla fosse?

Perché il vostro “leader perdente” non si è dimesso insieme al resto dell’allora maggioranza e non ha provato VERGOGNA quando il paese era sommerso dall’immondizia e si respirava solo diossina dovuta ai continui incendi dei fatiscenti e stracolmi cassonetti? Forse all’epoca vi era sconosciuto il significato del termine DIGNITÀ?

l’ALTERNATIVA continuerà a credere e sostenere fermamente l’operato dell’Amministrazione comunale con massima fiducia e collaborazione.

 

Chi ama il proprio paese, lavora pro e non contro!

 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta