L’ALTERNATIVA RESPINGE LE ACCUSE DEL “MENTORE” DE NARDO!

Cariati, lì 23 febbraio 2020 – Ci stupisce e non poco che proprio il direttore De Nardo, che è sempre stato un “mentore” per molti giovani “inesperti” che hanno avuto ed hanno l’ambizione di affacciarsi alla vita politica cariatese, compresi molti di noi Alternativi, sferri degli attacchi così assurdi e verbalmente violenti come quello degli ultimi giorni nella sua ennesima denuncia alle Autorità.
Ci meraviglia davvero che proprio il direttore De Nardo – già Sindaco del Comune di Cariati, già Segretario Comunale, già Direttore Generale, già fondatore de l’Alternativa, già nella prima consiliatura Greco membro dello staff del Sindaco, nonché SUOCERO di un candidato NON ELETTO, MA SUBENTRATO grazie alle dimissioni di un consigliere eletto – abbia voluto denunciare, utilizzando questa volta il Centro Studi Piergiorgio Frassati, alcune passate scelte amministrative nelle quali, invero, egli stesso è stato determinante.
Decisioni che spesso l’allora maggioranza de l’Alternativa, pur non essendone direttamente promotrice, ha assunto solo per una forma di rispetto reverenziale nei confronti di una persona anziana, con così tanta esperienza e così ricca di sapere, conoscenze e competenze.
Ma è chiaro che, evidentemente, l’Alternativa si è sbagliata e anche di grosso, perché ora è lo stesso De Nardo – il “mentore”- a rimproverare, bacchettare e fare la morale!!!
In realtà, l’excursus cui il direttore fa riferimento nella sua lettera è così dettagliato e preciso proprio perché il modus operandi menzionato era ed è proprio il suo e non il nostro!!!
Infatti il direttore dovrebbe ricordare a se stesso e agli altri, senza alcuno sforzo di memoria essendo egli all’epoca nello staff del Sindaco, CHI HA VOLUTO E REDATTO LE SOSPENSIONI e una in particolare, che riporta nella sua denuncia, sollecitandole con insistenza al resto della maggioranza, che invece aveva proposto soluzioni diverse con rimodulazione degli incarichi apicali e che alla fine ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco per evitare ripercussioni negative nella stessa maggioranza, minacciate e nemmeno velatamente, da alcuni consiglieri a lui molto vicini.
Le stesse ripercussioni che si sono verificate un po’ di tempo dopo in occasione della pressante richiesta dei consiglieri vicini al “denunciante” direttore per NOMINARE COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE UN PARENTE di uno di loro.
Richiesta non soddisfatta, perché contraria ai principi e valori morali e di trasparenza, che hanno sempre contraddistinto l’Alternativa, determinando così la caduta della prima amministrazione Greco.
Ricordiamo poi che, con grande coerenza, il “mentore” ha successivamente candidato suo genero e altri del gruppetto insieme a coloro che prima, con noi de l’Alternativa, aveva alacremente combattuto!!!
Ma questa è un’altra storia!!!
Ritornando alla denuncia del Centro Studi Frassati, il direttore dovrebbe sapere, come sicuramente sa, che i dipendenti comunali e i responsabili degli uffici, non solo quelli che egli definisce “birilli” e tra le righe anche “incapaci” – ai quali esprimiamo la nostra solidarietà – ma anche quelli da lui lodati, non hanno inteso fare ricorso o opporsi alle decisioni assunte dall’Amministrazione Comunale, comprovando così, nei diversi casi, il rispetto delle normative vigenti in materia.
Se fosse intellettualmente onesto, il direttore dovrebbe ricordare a quanti purtroppo non hanno le sue “grandi” competenze, che la responsabilità dei numerosi avvisi di pagamento, errati e/o non dovuti, non può essere attribuita agli amministratori né a nessuna “fantasia malata o deviata” (come ha scritto), bensì alla mancanza di una aggiornata e bonificata banca dati dei tributi locali, in conseguenza del noto caso SOGEFIL.
Come mai il “denunciatore seriale” ha taciuto ciò ed ha omesso, volutamente, anche di scrivere che gli avvisi di accertamento (da lui definiti “cartelle pazze”) sono stati emessi di recente dall’Ufficio competente, ma sulla base anche dell’approvazione dei residui attivi, avvenuta nel 2018 con delibera del Commissario Prefettizio n° 30 del 20/02/2018, su proposta dell’Area Finanziaria ed in assenza dell’aggiornamento della banca dati.
E, comunque, l’Alternativa coglie l’occasione per informare che nei prossimi giorni, su richiesta dell’Amministrazione Comunale, l’OSL (Organismo Straordinario di Liquidazione) istituirà nell’Ufficio Tributi uno sportello dedicato ai cittadini per esaminare e risolvere eventuali errori.
Infine vorremmo dire al direttore De Nardo che è vero, il nostro Ente non si può definire sicuramente privo di emergenze, ma di certo non determinate da l’Alternativa, che al contrario ha cercato e cerca di risolverle le varie problematiche ereditate con grandi difficoltà, al di là delle varie strumentalizzazioni, illazioni e denunce.
Per rifarci ad alcuni degli esempi che ha riportato nella lettera, chiediamo al direttore di ricordare in che condizioni erano la stanza del Sindaco, il centro sociale, le scuole, l’illuminazione della cinta muraria, sui quali si è intervenuti quando c’era anche lui, grazie alla rinuncia dell’indennità da parte di Assessori, per i primi sei mesi, e da parte del Sindaco, per un anno e mezzo, e tanto altro che forse egli preferisce dimenticare per comodità ed interesse del momento.
In riferimento, poi, alla dichiarazione di dissesto finanziario dell’Ente, proposta dal direttore e poi condivisa da tutta la maggioranza, e all’affermata mancanza di una relazione dell’OSL, l’Alternativa vuole tranquillizzarlo perché le relazioni di tale Organismo ci sono, e che relazioni!
Siamo sicuri che la maggioranza consiliare de l’Alternativa, la quale non vuole sottrarsi al confronto, a breve renderà pubblico lo stato del dissesto finanziario del Comune di Cariati.
Sui denunciati Debiti Fuori Bilancio, ricordiamo al volutamente distratto “mentore” che i responsabili delle Aree comunali hanno attestato ad agosto 2019, l’inesistenza di debiti fuori bilancio, come risulta dalla Delibera di Consiglio Comunale n° 34/2019.
Facciamo notare altresì al denunciante che attualmente i servizi essenziali sono assicurati, anche la Raccolta Differenziata (avviata da l’Alternativa) pur nell’emergenza del settore dei rifiuti che coinvolge questa volta, a differenza del passato, l’intera Regione Calabria e non solo il Comune di Cariati. L’erogazione dell’acqua potabile sta avvenendo regolarmente e non è torbida e comunque a breve la rete idrica, così come quella fognaria e della pubblica illuminazione, saranno oggetto di interventi sostanziali, che permetteranno di rendere i servizi più efficienti, in seguito a finanziamenti regionali ottenuti dall’Amministrazione Comunale de l’ALTERNATIVA e all’erogazione di mutui.
Siamo certi che di ciò sarà sicuramente felice il denunciante direttore.
L’Alternativa, pertanto, RESPINGE con fermezza l’ennesima ingiusta ed infondata denuncia di Cataldo De Nardo e si pone queste domande: chissà chi sarà, tra un po’ di anni, il destinatario della fantomatica letterina del Centro Studi Piergiorgio Frassati, visto che ne ricordiamo altre simili (copia e incolla) indirizzate alle precedenti amministrazioni comunali; chissà se come ha fatto in passato, senza ottenere alcun risultato, con la prossima letterina chiederà alle Autorità preposte di “sciogliere” il Consiglio Comunale?
Al direttore “mentore” l’ardua scelta ed ai posteri l’ardua sentenza!!!

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta