La storia del miracolo cosentino: Cristian Filice va in pellegrinaggio a Medjugorje, ritorna a casa guarito.

Il giovane cosentino Cristian Filice era inchiodato alla sedia a rotelle, prima di intraprendere il suo percorso della speranza a Medjugorje. Foto e documenti sanitari, prima del viaggio, parlano chiaro. Al Filice nel 2009 era stata diagnostica una grave forma di Sla. Oggi gli esami smentiscono del tutto la malattia. Anche se inspiegabile bisogna gridare al miracolo. Cristian Filice sta davvero in piedi, cammina sulle sue gambe, prende in braccio i suoi figli. E’ autonomo nel mangiare, cosa che prima non gli era possibile. L’ausilio sanitario che gli permetteva di raggiungere ogni cosa, perché non poteva camminare sulle proprie gambe, ora è vuoto. Da elemento fondamentale, inseparabile delle sue giornate, per la sua esistenza non é più utilizzato. Da quando é rientrato dal viaggio di speranza si sta sottoponendo a tutti gli esami sanitari del caso. Gli esiti sono tutti negativi. La sua fisioterapista, senza sapere nulla di quello che era successo, si è accorta già al tatto che le sue gambe avevano preso un tono diverso. In Bosnia, nella città famosa per le apparizioni della Madonna, Cristian appena arrivato su in cima alla montagna delle apparizioni, dopo poco si é alzato sulle sue gambe.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta