Il GAC BORMAS presenta quattro nuovi bandi di attuazione

Il GAC BORMAS (GRUPPO DI AZIONE COSTIERA I BORGHI MARINARI DELLA SIBARITIDE) terrà, nel pomeriggio del 6 ottobre c.m presso la sala Convegni-Fiera Jonica di Corigliano, una conferenza stampa, nella quale illustrerà, alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura Michele Trematerra e del dirigente patrimonio ittico e faunistico della Regione Calabria Cosimo Caridi, l’obiettivo principale dei quattro nuovi Bando di attuazione dell’asse IV-F.E.P 2007-2013. I quattro progetti che saranno presentati riguardano: Commercializzazione, Pescaturismo, Ittiturismo, valorizzazione e gestione della fascia costiera. “L’obiettivo dei Gruppi di Azione Costiera, raggruppamenti di soggetti pubblici e privati, portatori di interessi comuni della fascia costiera, ci ha dichiarato il presidente del GAC BORMAS, il cariatese dr. Cataldo Minò, è quello di rendere possibile, attraverso i Piani di sviluppo delle zone di pesca finanziati con fondi europee, la pianificazione di una strategia locale con interventi finalizzati a rendere l’economia ittica maggiormente competitiva ed efficiente e creare, dunque, nuove prospettive di sviluppo territoriale. Esprimo vivo apprezzamento, conclude il presidente Cataldo Minò, per il risultato raggiunto anche grazie al lavoro sinergico con gli uffici regionali del Dipartimento Agricoltura e per la competenza e disponibilità che ho trovato nei tecnici e nella classe dirigente”. Il GAC BORMAS abbraccia la “zona di pesca” dei comuni costieri compresi tra Cariati, capofila e Corigliano. Pianificare una strategia locale con interventi atti a rendere l’economia ittica più competitiva ed efficiente, sostiene il presidente Minò è un obbiettivo raggiungibile mediante l’attività di ittiturismo e la tutela della fascia costiera delle zone di pesca per conservarne l’attrattività e preservarne il patrimonio naturale e architettonico. Il tutto anche con particolare attenzione alla valorizzazione dei prodotti ittici locali nonché al miglioramento delle condizioni di operatività dei pescherecci da destinare ad attività di pescaturismo, tese a rafforzare la competitività delle zone di pesca mediante lo sviluppo della pluriattività da parte dei pescatori.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta