La coalizione civica DEVE VINCERE CARIATI ha designato una rosa di tre nomi candidati a sindaco dalla quale scaturirà il designato ufficiale

La coalizione civica DEVE VINCERE CARIATI, rappresentata dai partiti politici FLI, MPA, UDEUR Popolari per il Sud e dalle forze migliori della società civile cariatese, informa di avere designato una rosa di tre nomi candidati a sindaco alle prossime elezioni amministrative dalla quale scaturirà, entro le prossime ore, il designato ufficiale. È stata chiesta la disponibilità ad Antonio ARCURI, Antonio FORMARO e Saverio GRECO. La scelta sarà ampiamente condivisa e condivisibile, considerato che trattasi di aspiranti che rispondono in tutto e per tutto alle caratteristiche di chi sarà chiamato a gestire, in un periodo così difficile per la Nazione, i complessi problemi della nostra comunità. Alle indubbie qualità MORALI, ETICHE e PROFESSIONALI, il SINDACO dovrà avere le capacità di coordinare e di rappresentare la sintesi perfetta della coalizione per la quale, con grande spirito di abnegazione si stanno spendendo formazioni politiche e liberi cittadini il cui UNICO SCOPO è quello di costruire assieme un FUTURO sostenibile. Ai proclami degli altri contendenti abbiamo preferito la saggia e ponderata RIFLESSIONE del silenzio che disdegna annunci e dichiarazioni smentiti successivamente dagli stessi protagonisti: alla propaganda preferiamo i FATTI chiari e limpidi, a tutto beneficio dei cittadini – elettori che hanno il DIRITTO di scegliere in totale libertà e coscienza attraverso informazioni CERTE. A breve decideremo la composizione della lista vera e propria che si confronterà su pochi e qualificanti temi, a cominciare dalla disastrosa condizione economica della Città e dall’inqualificabile dell’igiene pubblica in cui versa il territorio. Ovviamente affronteremo le sfide legate ai giovani, ed alle prospettive ardue dell’occupazione. Non prometteremo nulla che non si possa ragionevolmente mantenere certi che dove c’è una grande volontà non possono esserci grandi difficoltà.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta