INTIMIDAZIONE AL VICE SINDACO COLAMARIA

INTIMIDAZIONE AL VICE SINDACO COLAMARIA FERMA CONDANNA DEL SINDACO E DELLA GIUNTA DONNICI: CONTINUA L’AZIONE A DIFESA DELLA LEGALITÀ MANDATORICCIO (CS), Giovedì 29 Luglio 2010 – Il rispetto delle regole, la tutela della trasparenza amministrativa, la ribadita esigenza di giustizia nel pagamento dei tributi locali, la lotta al diffuso abusivismo edilizio, il recupero del patrimonio comunale o occupato da privati, la tutela ambientale a 360°, in una parola la buona amministrazione, sta dando evidentemente molto fastidio a quanti fino a qualche tempo fa, erano forse abituati a considerare Mandatoriccio terra di nessuno e di conquista. Non possiamo leggere diversamente la grave intimidazione arrecata ai danni del Vicesindaco Ferruccio COLAMARIA, consumatasi alle quattro del mattino del 29 Luglio 2010, nel cuore del centro storico di Mandatoriccio presso la sua abitazione. Condannando senza mezzi termini il gesto criminale e vigliacco, è la stessa Giunta Municipale guidata da Angelo DONNICI, a dare notizia dell’accaduto per il quale la vittima, il Dott. COLAMARIA, ha già sporto regolare denuncia presso la locale caserma dei carabinieri. Non è purtroppo la prima volta nell’ultimo anno, che la comunità degli onesti di Mandatoriccio, si trova costretta a subire violenze di questo tipo che offendono non soltanto il privato cittadino e i suoi familiari, ma l’Amministrazione Comunale, l’istituzione pubblica, in questo caso rappresentata dal Vicesindaco COLAMARIA e l’intera immagine della Città. “L’azione di riorganizzazione degli uffici, di bonifica del territorio, gli interventi volti ad affermare l’equità sociale attraverso il recupero dei tributi non pagati prima e soprattutto la guerra aperta a tutte le forme di abusivismo edilizio – dichiara il Sindaco Angelo DONNICI – sono sicuramente tra le cause di queste reazioni scomposte, incivili e che nulla hanno da invidiare alla mafia. Continueremo senza alcun tentennamento, nell’azione di buona amministrazione intrapresa da appena un anno e che costituisce il principale vincolo di fiducia e di rispetto nei confronti degli elettori e di tutti i cittadini. Auspichiamo un intervento determinato delle forze dell’ordine alle quali – conclude DONNICI – chiediamo maggiore e più diffusa presenza sul territorio, a sostegno della nostra azione quotidiana a difesa della legalità”.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta