Il Rendiconto 2021 conferma il fallimento della disamministrazione comunale di Cariati.

Come Gruppi consiliari di opposizione del Comune di Cariati, chiediamo l’intervento urgente della Corte dei Conti, al fine di scongiurare l’adozione di un documento contabile palesemente non veritiero e dai dubbi contenuti, al solo fine di poter far continuare ai disamministratori comunali il mantenimento delle poltrone fino alla fine della legislatura.

Leggendo le voci del rendiconto 2021, approvato dalla Giunta Municipale e che il Consiglio comunale avrebbe però dovuto approvare entro il 30 aprile, per l’ennesima volta, si utilizzano fittizi avanzi di amministrazione per coprire l’ennesimo disavanzo di oltre 5milioni di euro con i quali si chiude l’esercizio 2021.

Infatti, dopo la chiusura del 2019 con un disavanzo di € 4.532.717,73, dopo la chiusura del 2020 con un disavanzo di € 5.148.081,41, il 2021 si conclude con un disavanzo di € 5.202.963,44, per un totale in soli tre anni di € 14.883.762,60.

Se a questo aggiungiamo oltre 36 milioni di residui passivi in soli 5 anni, senza che nulla sia stato realizzato nel Paese, una percentuale di riscossione pari al 22% e, sui residui fittizi iscritti in bilancio negli anni precedenti del 10%, il rendiconto 2021 fotografa in pieno e conferma il fallimento totale della disamministrazione iGreco e annuncia una prossima dichiarazione di dissesto per il Comune di Cariati, che sarà di certo scaricata alla prossima gestione politico amministrativa del 2023.

Con questo modo di operare nei documenti contabili, la disamministrazione comunale di Cariati, oltre che a distruggere definitivamente il futuro della nostra comunità espone senza alcun senso logico i consiglieri comunali e l’intero consiglio a delle gravissime conseguenze personali.

Il Fondo Crediti Dubbia Esigibilità (FCDE) risulta ancora una volta sottostimato e di proposito si omettono da questo i “Proventi da altre multe, ammende, sanzioni e oblazioni a carico delle famiglie”. Infatti, nonostante nella determinazione dirigenziale n°15 2022 della Polizia Locale, vengono indicati per “Accertamento proventi da infrazioni amministrative per violazioni al codice della strada € 2.045.250,77 per verbali elevati per violazione al Codice della Strada ed € 365.951,04 per rimborso spese di notifica, nel rendiconto 2021 non si ha nessuna traccia di tale comunicazione e vengono iscritti genericamente alla voce “incassi” un importo pari ad € 690.000,00 ed alla voce “accertamenti” un importo pari ad € 800.000,00, senza che, nessuna maggiore entrata, pari a € 1.600.000 venga riportata.

Inoltre vengono ancora una volta riportate a residuo, ingenti somme riguardanti residui sui tributi, appositamente gonfiate negli ultimi 3 bilanci di previsione, per oltre 7 milioni di euro che non saranno mai riscosse e impegni, che nel bilancio di previsione approvato e variato fino alla data del 30/11/2021 risultano INESISTENTI. Si cita uno per tutti: la somma di € 24.623,90, riguardante il finanziamento dei centri Estivi, riportati nella determinazione dell’Area Tecnica del 15.12.2021, fa riferimento al cap. in entrata n. 76/35, ma sorpresa! Nell’ esercizio finanziario 2021 non esiste nessun capitolo 76/35 né alcuna voce centri estivi…

Per non parlare delle somme riportate come partite di giro che dovrebbero pareggiare a fine esercizio finanziario, o delle riportate spese ed entrate in conto capitale dove risultano ENORMI incongruenze.

E allora: la Giunta comunale ha avuto modo di leggere questo rendiconto 2021 o lo ha approvato solo per continuare a restare incollata alla comoda poltrona? Come è stato possibile che sia l’area finanziaria e, soprattutto, il revisore dei conti abbiano rilasciato un parere positivo senza formulare nessuna riserva o obiezione a tale importantissimo documento contabile?

Noi non vogliamo essere complici di questo disastro politico-amministrativo-morale da parte di questi disamministratori comunali che confermano ancora una volta tutta la loro incapacità nel gestire in nostro comune.

Pertanto, chiediamo al presidente del consiglio comunale di farsi interprete di quanto da noi evidenziato con la richiesta di immediata modifica della delibera “APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE (ART. 151, COMMA 6 E ART. 231, COMMA 1, D.LGS. N. 267/2000 E ART. 11, COMMA. 6, D.LGS. N. 118/2011) E DELLO SCHEMA DI RENDICONTO DELL’ESERCIZIO 2021”, prima della seduta del Consiglio comunale in modo da consentire a tutta l’assise di approvare un documento contabile reale, vero e per tutelare tutto il consiglio comunale.

Preannunciando sin da ora che invieremo tutti gli atti di questo ennesimo rendiconto farlocco a tutte le Autorità competenti per la salvaguardia dei conti comunali.

I Gruppi Consiliari di Opposizione del Comune di Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta