Il forte vento ha fatto rinviare la partita

CARIATI - GARIBALDINA SI GIOCHERA' IN DATA DA DESTINARSI

Cariati – Garibaldina è stata rinviata dal direttore di gara a data da destinarsi da parte dalla Lega Calabra.
L’arbitro, il signor Bottura di Crotone, dopo aver ispezionato il terreno di gioco unitamente ai suoi due collaboratori Noce ed Esposito, entrambi di Crotone unitamente ai due capitani delle due compagini ha ufficializzato il rinvio della gara sia per le numerose buche di acqua e sia per il forte vento di tramontana che non permetteva il controllo del pallone.
La squadra della Garibaldina, allenata dal trainer Gerfoglio Iuliano è reduce dalla salutare vittoria interna conseguita ai danni del Botricello, che oltre ad incassare tre punti preziosi per la classifica, tonificando, così, la propria classifica e facendo prendere consapevolezza a tutta la dirigenza che la salvezza non è più una chimera. “Una sospensione, precisa l’allenatore Gerfoglio Iuliano a decisione presa, che probabilmente ci danneggia, in quanto i miei ragazzi stanno attraversando un buon periodo di forma; siamo venuti a cariati con il precipuo obiettivo di racimolare punti preziosi per allontanarci sempre più dalla zona di retrocessione”.
Se l’obiettivo per il tecnico della Garibaldina ed i suoi giocatori era perseguire la corsa verso una situazione di classifica rassicurante, certo va detto che contro la formazione di Vincenzo Filareti il test non era dei più attendibili; cosa essenziale per il trainer Gerfoglio Iuliano e la sua Società era dare un nuovo segnale immediato nel cercare di conseguire un ulteriore passo in avanti per avvicinarsi sempre di più alla tanto agognata salvezza.
Se in casa Garibaldina si resta in fiduciosa attesa per il prosieguo del campionato, in casa Cariati calcio si fanno i conti con una prestazione sbiadita e soprattutto nervosa quella sostenuta domenica scorsa, 10 gennaio, contro il Cotronei. Per il presidente Sabatino Tosto,che regge encomi abilmente le sorti del Cariati da ben sette anni, “è stata una brutta sconfitta, una gara nervosa che ha lasciato l’amaro in bocca per come si è conclusa..Comunque sia, puntualizza il massimo dirigente del cariati calcio, andiamo avanti per la nostra strada. Non ci siamo esaltati quando abbiamo conseguito risultati brillanti né ci gettiamo giù per l’inopinata sconfitta subita contro la terza forza del campionato. I meriti obiettivi erano e rimangono la salvezza della squadra e soprattutto la valorizzazione dei nostri giovani. Quarto posto in classifica attuale e soprattutto la valorizzazione di giovani quali Filareti, Ioele, Labonia, Sicignano, Russo, Errigo, Caniglia testimoniano ampiamente la crescita del calcio cariatese; per una matricola non è poco!
Per quanto concerne la gara di sette giorni or sono contro il Cotronei, per un’analisi più obiettiva si sa che chi vince ha sempre ragione. Non ho visto, però, grande differenza tra la compagine del Cotronei e quella del Cariati. Non ci hanno schiacciati e non hanno mai avuto una supremazia territoriale netta, la cosa che ci ha realmente penalizzati sono state le espulsioni di ben tre giocatori: il fluidificante Bombarola, il portiere Errigo e l’incontrista Sifonetti”.
Le due squadre avevano annunciato le seguenti formazioni:
Cariati: Pirillo, Ioele, Caniglia, De Giacomo, Minutolo, Scarpello, Labonia, Ferrentino, Campana, Torchia, Monteiro. All: Vincenzo Filareti,
Garibaldina:  Sacco, Pascuzzi, Gallo, D’Acri, Sorrentino, Lepore, Perri, Talarico, Toscano, Nicoletti, Burgo. All: Gerfoglio Iuliano
Arbitro : Bottura di Cotrone. Collaboratori : Noce ed Esposito di Crotone.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta