GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA PRESENTAZIONE DEL LIBRO SULLA S.S.106 “ECCO CHI È STATO!”

Avviato un momento di approfondimento, di riflessione e di confronto sulla “Strada della morte”

UN VOLUME CHE HA L’AMBIZIONE DI FAR SCATTARE UNA “RIVOLUZIONE CULTURALE” INDISPENSABILE

PER AFFRONTARE E RISOLVERE UNO DEI PROBLEMI DA SEMPRE TRAGICAMENTE APERTI IN CALABRIA

Ha fatto registrare il tutto esaurito la prima presentazione del libro “Ecco chi è Stato!”, l’inedito scritto dall’Ing. Fabio Pugliese, fondatore e presidente per sei anni dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ed edito dalla casa editrice Editoo, che ha avuto luogo lo scorso sabato 9 aprile presso il Convento dei Riformati nel Comune di Calopezzati.

L’evento, presentato dalla dott.ssa Melania Melato dell’area Marketing di Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini che attraverso ill proprio brand Editoo porta avanti anche iniziative editoriali, è stato introdotto dai saluti del Sindaco di Calopezzati, Edoardo Antonello Giudiceandrea, quelli del parroco, Don Nicola Alessio, del dott. Giuseppe Cilidonio, Area Manager di Studio3A, che da anni collabora fattivamente con l’Associazione, e di Tino Marino in rappresentanza del Presidente dell’O.d.V. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” Leonardo Caligiuri, assente per motivi di salute. Quindi, si è entrarti nel vivo con un dibattito-confronto sul libro molto articolato ed interessante tra l’autore, il direttore de “Il Crotonese” Giuseppe Pipita, il Prof. Natale Vulcano, autore di molti libri di successo, ed il pubblico presente in sala.

L’iniziativa, organizzata e fortemente voluta dall’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, con la collaborazione di Studio3A-Valore S.p.A., è riuscita a far comprendere che sui problemi che riguardano la Statale 106 è necessaria una rivoluzione culturale. Bisogna prima di tutto capire bene qual è il problema per essere all’altezza di affrontarlo e di risolverlo.

Alla presentazione hanno partecipato molti iscritti al Moto Club Rossano “Stefano Acri – Maurizio Greco”. La loro partecipazione, idealmente, ha rappresentato il mondo dei Bikers in Calabria che da sempre sono attenti al rispetto del codice della stradale ed hanno una particolare sensibilità per la sicurezza stradale.

La presentazione del libro è stata dunque utile per avviare un momento di approfondimento e di riflessione su una grave problematica ancora troppo poco conosciuta, ma è stato anche un momento di confronto su “chi siamo e cosa vogliamo” per dirla con l’Ing. Pugliese: uno strumento per capire cosa c’è da fare per cambiare tutto e rendere la “strada della morte” finalmente una sicura, moderna, normale e, quindi, la strada della vita e, dello sviluppo e del progresso.

«Oggi ci ritroviamo con una Regione Calabria che attraverso suo il Dipartimento Infrastrutture afferma che per ammodernare la Statale 106 servono 8 miliardi di euro ma lo Stato ha da poco stanziato circa 200 milioni…. Ha fatto bene nei giorni scorsi – continua Pugliese – il Capo della Procura di Catanzaro Nicola Gratteri a sostenere, come faccio anche io da mesi, che si tratta di un’elemosina. È molto importante che tutti, nessuno escluso, iniziamo a capire che è venuto il momento di prendere una decisione: rispetto ai problemi che riguardano la Statale 106 vogliamo continuare fare propaganda ed a rimanere indifferenti oppure vogliamo fare ognuno la nostra parte attivamente e responsabilmente? In questo senso è necessario far nascere una cittadinanza attiva edotta e preparata sul problema al fine di affrontarlo e risolverlo una volta per tutte» ha concluso l’autore del libro chiarendone il principale obiettivo.

Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” – 11 aprile 2022

O.d.V. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta