FILARETO SI RICANDIDA? ..PAURA NEL PDL!

“FILARETO SI RICANDIDA? ..PAURA NEL PDL!” E SOLO LUI NON VEDE IL BARATRO SOTTO I PIEDI SENZA NUMERI, AGGRAPPATI ALLA POLTRONA Rossano, Sabato 26 Giugno 2010 – “Appresa la ferale notizia della ricandidatura di FILARETO per le prossime amministrative, è allarme nel PDL. La conferma della candidatura dell’ottimo Sindaco ha destato vivissimo sconcerto tra le file del Centro Destra locale, letteralmente terrorizzato da questa novità che spiazza tutti e azzera ogni possibilità di competizione. Tali e tanti sono i risultati prodotti dall’amministratore uscente, insieme alla sua solida e compatta maggioranza, che a questo punto il PDL valuterà se presentare o meno una propria candidatura e proprie liste alle comunali del 2011”. L’umorismo è d’obbligo, di fronte alle affermazioni fatte ieri in consiglio comunale da FILARETO. Trattenere le risate nei confronti del novello cavaliere che annuncia al popolo la sua ricandidatura è impresa ardua. Purtroppo la realtà è tutt’altra. E l’ultima seduta consigliare, con la penosa messa in scena di un Esecutivo senza maggioranza e senza alcuna coerenza, non ha fatto altro che testimoniare l’attaccamento a quella poltrona da parte di un sindaco che nessuno riconosce più come tale, supportato da qualche assessore, in questa fase che è terminale in tutti i sensi, impegnato a disbrigare qualche affare di famiglia, come la monetizzazione di aree sociali per allargare i confini della propria villa. Per l’ennesima volta, FILARETO ha parlato a se stesso. Ancora una volta, come è ormai nel suo stile, ha preferito cimentarsi in farneticanti dichiarazioni, fatte in assenza di interlocutori e che chiamavano in causa consiglieri assenti. Purtroppo l’uomo è fatto così! L’incubo CAPUTO, oggi consigliere regionale grazie soprattutto alle migliaia di consensi della Città di Rossano, continua a evidentemente a perseguitare un sindaco, bocciato ad ogni competizione elettorale, e che rimarrà nella memoria dei rossanesi come il più incapace, tanto nell’amministrare una Città come Rossano, lasciatagli in eredità come modello di buon governo, quanto nel tenere in piedi una maggioranza degna di questo nome. Ma forse l’aspetto per il quale sarà ricordato di più FILARETO, esempio vivente di incoerenza politica ed amministrativa, sarà proprio questa sua ostinazione a vivere e ad abitare su Marte, nonostante il baratro imminente sotto i piedi. Baratro che tutti vedono, tranne lui! Senza numeri, consiglio dopo consiglio, senza aver lasciato il benché minino segno distintivo se non in negativo, senza aver mai avuto una coalizione politica di maggioranza capace di supportarlo in progetti idee e programmi di governo, senza uno straccio di consenso nella gente, FILARETO trova infatti, ad ogni occasione, la faccia tosta per distribuire a quintali dosi di retorica marziana sulle sue fantomatiche doti di amministratore e, adesso, sulla sua intenzione (dichiarata probabilmente a se stesso!) di ricandidarsi a Sindaco. Ne prendiamo atto. Ed alla luce di questa “tremenda notizia”, ma ancor di più “terrorizzato” dall’armata imponente che sostiene il novello generale FILARETO, il PDL rossanese, che ha una classe dirigente capace di confrontarsi ad ogni livello, ha una sola sincera preoccupazione: quella per la salute e la lucidità del Sindaco, al quale qualche amico o qualche nuovo Richelieu dovrebbe stare più vicino, per il suo bene e per la sua serenità.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta