Duro attacco della minoranza all’Amministrazione Comunale

I quattro consiglieri della minoranza continuano a non dare tregua all’Amministrazione Comunale. Con una stringata nota indirizzata al Revisore dei conti, dott. Ettore Talarico e al responsabile finanziario dott. Bruno Guarascio, Francesco Cosentino (capogruppo UDC), Filomena Greco, Mario Sero e Tommasino Critelli hanno chiesto “che gli vengano fornite, con apposite informative scritte, notizie in ordine allo stato di riscossione delle liste di carico relative all’accertamento TARSU per gli anni dal 2005 al 2008 nonché l’attestazione di avvenuto riversamento delle somme riscosse dal concessionario privato, la Sogefil, per i tributi medesimi”. I quattro esponenti dell’opposizione sostengono che nella delibera consiliare numero 38 del 26 maggio 2012 sono stati mantenuti nei residui attivi del rendiconto esercizio 2011 le somme relative alle sopra indicate liste di carico per un importo di 191.927,32 euro, il che vuol dire, ad avviso della minoranza, che l’iscrizione in bilancio della suddetta cifra, significa che l’Ente comunale non ha incassato neppure un euro in conto delle quattro liste di carico in questione, nonostante che la Sogefil nel mese di ottobre 2010, senza alcuna previa approvazione degli organi comunali, ha inviato ai contribuenti avvisi di accertamento per il tributo delle quattro liste di carico. Nell’interrogazione si attesta che alcuni contribuenti hanno regolarmente pagato versando l’importo accertato sul conto corrente della Sogefil. Nella nota interrogativa gli interpellanti evidenziano in modo eclatante e preoccupante che tra i morosi inadempienti “figurano anche assessori della vecchia e nuova amministrazione, dipendenti del Comune, revisore dei conti nonché cittadini che hanno sempre assolto regolarmente agli obblighi contributivi” e che dispongono delle relative ricevute di avvenuto pagamento. Tali risultanze potrebbero determinare, puntualizzano i consiglieri Francesco Cosentino, Filomena Greco, Mario Sero e Tommasino Critelli, questioni di incompatibilità “oltre a possibili richieste di risarcimento danni ad opera di contribuenti indebitamente inclusi nelle liste dei morosi nonché una rappresentazione non veritiera del bilancio comunale e dei suoi equilibri”. Per Francesco COSENTINO, Capogruppo in Consiglio Comunale per l’UDC, “le vicende, degli ultimi anni, inerenti la riscossione dei tributi locali al Comune di Cariati, rappresentano una delle pagine più brutte, imbarazzanti e poco chiare della storia politica ed amministrativa del nostro Ente, aventi anche risvolti dai grossi limiti dal punto di vista della trasparenza burocratica e della legalità. Questa Amministrazione Comunale, si vergogni per come ha operato e per come continua a gestire tale irrisolta problematica. Si abbia, finalmente, la decenza e l’etica politica di venire in Consiglio Comunale a spiegare quale fine abbiano fatto i soldi dei cittadini versati sul conto corrente della SOGEFIL S.p.a. e, mai giunti su quello comunale. Si dica per quale motivo questa maggioranza a distanza di molto tempo, ancora oggi, non ha inteso intraprendere, di propria iniziativa, alcuna procedura seria e concreta per recupero delle somme ancora eventualmente non incassate.”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta