DONNE DEL MONDO FRA POESIA, IMPEGNO E DIRITTI

DONNE DEL MONDO FRA POESIA, IMPEGNO E DIRITTI A Cariati un incontro di dialogo interculturale e la presentazione dei versi di Lucia Cittadino …. Una serata di condivisione di esperienze e riflessione sui sentimenti, sui diritti, sui percorsi delle donne nel mondo. Con queste caratteristiche, si svolgerà, lunedì 8 agosto, in piazza Plebiscito, nel cuore del centro storico di Cariati, a partire dalle 21.30, l’evento “Donne del mondo. Incontro di dialogo interculturale”, curato in quarta edizione dalla scrittrice Assunta Scorpiniti. Il tema di quest’anno, “Donne e poesia. Sulle vie del cuore… ” prende spunto dalla raccolta di versi di Lucia Cittadino, una giovane cariatese che, dall’età di quattordici anni, risiede nel Nord Italia, e, con la sua storia, è rappresentativa dei percorsi migratori delle donne all’interno della penisola, sulle strade d’Europa e sulle rotte del Mediterraneo. Il suo volume “Le vie del cuore”, da poco pubblicato per i tipi di Arduino Sacco, editore in Roma, è nato, infatti, dal suo sradicamento dal luogo d’origine, avvenuto negli anni delicati dell’adolescenza, oltre che dai pensieri, dalle inquietudini e dalle conquiste che hanno accompagnato il suo inserimento nella nuova realtà. L’autrice dialogherà, sul filo dei versi e dei sentimenti, con Azam Bahrami, una poetessa iraniana, ospite della serata con il giornalista Mehdi Nakhl Ahmadi e con Pino De Lucia, presidente della cooperativa Agorà Kroton di Crotone. L’incontro, inserito nel cartellone delle manifestazioni organizzate per l’estate 2011 dall’Amministrazione Comunale di Cariati (Assessorato alle Politiche per i Turismi),vedrà la presenza del primo cittadino, Filippo Sero, dello scrittore Rocco Taliano Grasso e dei poeti Alfredo Genovese e Mario Chiarelli; contributi e testimonianze d’impegno saranno offerti dalla presidente Cif Cariati Carmela Sciarrotta, dalla presidente dell’associazione culturale rumena Euromania di Cariati, Rodica Giacco, dalla giovane Ramona Tirau Ioana della comunità rumena di Crotone, dall’avvocato e consigliere comunale Filomena Greco, dall’avvocato e delegata comunale allo Spettacolo Assunta Trento, da Maria Josè Caligiuri della Commissione Pari Opportunità della Regione Calabria, da altre donne rappresentanti delle comunità locali e calabresi d’Italia e di Germania. Ci saranno anche la proiezione del video-documento “Donne in Iran” e una serie di intermezzi musicali a cura della cantante Emanuela Malara. L’evento, spiega la curatrice Assunta Scorpiniti, che condurrà la serata, è nato nel 2004 una mia idea di sviluppare i temi fondamentali della migrazione e del dialogo interculturale secondo la visuale e l’esperienza delle donne; l’obiettivo è quello di contribuire alla promozione di politiche che tutelino e valorizzino le donne nelle loro differenze culturali e negli itinerari di vita, favorendo l’incontro tra donne del luogo e migranti nel senso più ampio. Nelle sue edizioni è stato abbinato a mostre, presentazione di libri e condiviso con varie realtà (chiesa locale e diocesana, comunità italiane di Germania, comunità di immigrati a Cariati, associazioni Fidapa, Euromania… ); quella del 2011 vede la partecipazione della cooperativa Agorà Kroton, della locale sezione Cif e, più intensamente, delle comunità rumene di Calabria.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta