CARIATI.UN MURALES PER DIRE NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

25 NOVEMBRE,SINDACO PLAUDE AD IMPEGNO ASSOCIAZIONI

COMUNICATO STAMPA N.225 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) – 24.11.2020



UNA MESSA IN SUFFRAGGIO VITTIME FEMMINICIDIO

 CARIATI (Cs), martedì 24 novembre 2020 – La data del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, sia solo un momento del più articolato percorso che deve vedere tutti impegnati nella promozione e valorizzazione della cultura del rispetto, della parità di genere e della gentilezza, 365 giorni l’anno. Ovunque e in qualsiasi ambito, che sia dentro o fuori le mura domestiche.

 È quanto dichiara il Sindaco Filomena Greco sottolineando come in questa missione che deve coinvolgere dal basso le nuove generazioni, il mondo dell’associazionismo può giocare un ruolo importante.

Le iniziative di sensibilizzazione che si sviluppano tra i banchi di scuola – aggiunge il Primo Cittadino – hanno il valore aggiunto della condivisione ed il vantaggio di poter utilizzare il linguaggio più vicino ai giovani che è quello dell’arte e della musica.

Per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne a Cariati si terranno una serie di iniziative tutte collegate tra loro.

Alle ore 17,30 nella Chiesa di Cristo Re, alla Marina, sarà celebrata la messa in suffragio della concittadina Battistina Russo e di tutte le vittime di femminicidio. Sarà, quindi, scoperto il murales realizzato sul bozzetto disegnato dalla giovane Luigia Trento, risultata vincitrice del progetto Mai più, promosso dall’Associazione Coordinamento Donne Cariati con gli istituti superiori guidati dalla dirigente Sara Giulia Aiello, del corpo docenti e degli studenti che hanno partecipato numerosi al contest.

Sarà deposta, infine, una corona di fiori, sulla panchina rossa di Piazzetta lavoratori del mare, dedicata alla memoria di Battistina Russo e simbolo di quella battaglia contro la violenza di genere che deve continuare a rimanere viva nelle azioni e nei comportamenti di tutti e

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta