CARIATI: PROSEGUE A CRISTO RE IL CORSO DI ALFABETIZZAZIONE PER STRANIERI

“Un grande ringraziamento al capo della chiesa Cristo Re che offre per noi lezioni di lingua italiana per mezzo di un gruppo di maestre”. Con queste parole Elmoueffak Nabil e Ouahadi Jamal, due giovani ingegneri di nazionalità marocchina, hanno sintetizzato i sentimenti di gratitudine per l’opera che, da tempo, la comunità di Cariati Marina sta svolgendo nei loro confronti, nel contesto, più ampio, delle attività di accoglienza verso i “fratelli” stranieri. L’ultimo dei servizi-segno messo in cantiere dalla Caritas Parrocchiale è il corso di alfabetizzazione di lingua italiana, attivato successivamente all’apertura, nel gennaio scorso, della mensa della solidarietà, e portato avanti dalle insegnanti Rachele Russo, Sara Scarlato, affiancate, a turno, da altre volontarie del Centro Italiano Femminile. La richiesta del corso da parte dei cittadini di diversa nazionalità è indice della loro volontà di integrarsi pienamente nel paese ospitante appropriandosi di uno strumento indispensabile qual è, appunto, il codice linguistico. Ma non solo. Questo bisogno specifico ha potuto trovare una risposta concreta grazie alla sensibilità di una comunità educata all’accoglienza e all’ascolto che organizza, tra le altre cose, ogni lunedì e venerdì “una cena pubblica per tutti i tipi residenti a Cariati tra cittadini europei, italiani e extracomunitari – è ancora il giovane Nabil che parla – che ha lo scopo di riunirci per stare insieme in un’atmosfera familiare”. Ricordiamo che la mensa della solidarietà, nata all’interno della Caritas e gestita esclusivamente dai volontari coordinati da Gianfranco Arcudi, distribuisce circa quaranta pasti caldi a sera. Per il parroco e i volontari di Cristo Re è un segno di vicinanza e di prossimità verso chi vive uno stato di sofferenza. “La cena è un’occasione – afferma don Mosè Cariati – per dialogare e conoscere da vicino le storie di questi fratelli; il nostro compito come chiesa è, poi, quello di sensibilizzare la comunità parrocchiale a testimoniare la carità contribuendo ad alleviare i loro problemi, anche utilizzando i canali di cui possiamo disporre”. La Caritas Parrocchiale, il cui responsabile è Carlo Aloisi, oltre la mensa ha attivato il Centro d’Ascolto e il Centro di distribuzione di vestiario e di viveri collegato, quest’ultimo, con la rete del Banco Alimentare Onlus.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta