CARIATI. LAMENTELE E RITARDI NELLA ZONA DEGLI INCENDI: LE VIE DEGLI SCRITTORI. 

Oltre al danno la beffa. E allora non ci stanno i residenti di quella che, almeno un tempo, si sarebbe chiamata ” la piana del dottore” qui a Cariati.

Se infatti i residenti delle vie dedicate agli scrittori hanno ancora pazienza iniziano ad essere un po’ indispettiti, perche’ notano un certo lassismo da parte delle istituzioni.  E lo avvertono sia per i 2 incendi di auto, che in fondo si sono verificati nel giro di poche settimane (tra la fine di agosto e domenica), sia perche’ stavolta, a differenza del primo incendio, ancora nessuno del Comune e’ passato per pulire via Carducci. Anzi, qualche residente si e’ dovuto persino arrangiare da solo, rimboccandosi le maniche, dando una pulita alla buona e utilizzando mezzi propri. “Mi hanno persino detto che pulendo da solo, teoricamente, potrei rischiare una multa, pero ‘noi qui ci viviamo e se la strada e’ ancora sporca, passata quasi una settimana, allora rischiamo di calpestare i residui dell’automobile andata a fuoco e portare queste sostanze in casa. E’ un rischio per la pulizia ma soprattutto per la nostra salute – spiega L. V.  , uno dei residenti che si e’ dato da fare –  visto si tratta di sostanze tossiche”.

Un piccolo nucleo di residenti si e’ gia’ rivolto alle istituzioni cittadine, sia ai carabinieri, affinche’ questi attentati cessino al piu’ presto e dunque si metta mano alla situazione, sia alla vicesindaco, Ines Scalisti, affinche’ la zona venga pulita e vi sia un po’ di decoro. “Si e’ personalmente impegnata con noi – dicono – ma per ora non si e’ visto nessuno”.

Delusi anche i commercianti della zona e qualcuno cerca di spiegare: “Non ne facciamo una questione certamente politica, non ci interessa, bensi’ di decoro pubblico, perche’ sia noi che i nostri clienti, ovviamente calpestando la strada, camminando, portiamo la sporcizia dentro al negozio. Inoltre, non e’ certamente un bel vedere una strada ancora sporca e dopo un evento come questo, peraltro ripetuto durante un lasso di tempo piuttosto breve, quindi alla fine chiediamo solo la normalita’, ovvero che passino a dare una pulita”. Tuttavia, aggiungono, i due commercianti, visto ne stiamo parlando sarebbe bene che l’Amministrazione comunale curase anche la piazza, visto lo ha fatto con altre nel comune di Cariati: il cemento e’ spaccato e i cestini sono perennemente pieni di spazzatura”.

Insomma quel che residenti e negozianti chiedono e’ soltanto una maggiore attenzione al bene comune e alla pulizia.

MARCO TOCCAFONDI BARNI 

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta