CARIATI. La Dirigente, prof.ssa Sara Giulia Aiello ha salutato il personale scolastico in quiescenza

Con una cerimonia semplice ma molto sentita, la Dirigente dell’IIS CARIATI, prof.ssa Sara Giulia Aiello ha salutato il personale scolastico in quiescenza dagli ultimi tre anni (dal 2019 al 2021).

L’evento, programmato prima dell’emergenza pandemica e poi comprensibilmente rinviato, si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Aula Magna dell’ITI “Mazzone”, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza. “Un momento che avevamo tanto atteso – ha esordito la DS Aiello- per poter porgere un saluto a chi ha vissuto diversi anni della sua vita nella scuola”.

Dopo il momento di accoglienza e di saluto, la Dirigente dell’IIS CARIATI, affiancata dai docenti collaboratori Concetta Cosentino e Antonio Caruso e dal DSGA FF Sisto Carpentieri, ha ricordato l’impegno profuso da ognuno durante gli anni di servizio scolastico. “Anni spesi bene – ha sottolineato – durante i quali si è lavorato per le nuove generazioni, per il territorio e per le famiglie. Ognuno di voi ha cercato con i suoi talenti e con le sue conoscenze di dare il massimo che poteva dare senza mai risparmiarsi”.

La Dirigente Aiello ha riferito inoltre che per motivi legati alle restrizioni del Covid, “non è stato possibile riunire il collegio docenti al completo, ma che ha inteso comunque organizzare la cerimonia per dire un semplice grazie, da parte di tutti, al personale ormai in quiescenza per il cammino condiviso insieme”.

Prima della consegna delle targhe-ricordo, progettate graficamente dalla docente di arte, Emanuela Ientile, si è tenuto un intermezzo musicale con l’esecuzione del brano “Halleluja” di Jeff Buckley, da parte del Prof. Romeo e al pianoforte e dalla studentessa Michela Graziano al violino; molto apprezzato anche il brano intonato da Federico Lobello.

A turno i convenuti hanno poi raggiunto il tavolo dei relatori per ricevere dalle mani della DS Aiello la targa, conferita per “L’impegno, l’entusiasmo dimostrato e la proficua collaborazione profusi durante gli anni di servizio prestati presso questa istituzione”, come si legge nelle motivazioni del riconoscimento. Tutti visibilmente emozionati, hanno espresso un coro unanime di ringraziamento per l’attenzione loro dedicata e per lo spirito di accoglienza e l’opportunità che la scuola ha dato loro in termini di crescita professionale. Una sorta di “rito di passaggio”, dunque, fortemente voluto dalla Dirigente Aiello e da tutto il personale in servizio per sottolineare il legame umano e culturale tra la memoria e il futuro.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta