CARIATI. Emergenza Fogna: Inaccettabile il disastro ambientale e sanitario.

Le Lampare BassoJonioCosentino

Dopo una stagione estiva trascorsa tra continui problemi fognari e sversamenti sulle pubbliche strade, arriva la stagione invernale con il Natale alle porte e, guarda un po’, il problema fognario è sempre presente, se non addirittura esteso a tutto il paese.

Ancora oggi, a Cariati, si assiste allo spettacolo indecente della negligenza dell’Amministrazione Comunale e del Sindaco di fronte ad un problema così grave che affligge la nostra comunità, da contrada Villari al lungomare, interessando anche la SS106.

Siamo di fronte, oramai, ad eventi non più occasionali e sporadici ma che sono all’ordine del giorno.

Il Sindaco, per il ruolo che ricopre, ricordiamo che è la massima autorità comunale di Protezione Civile, oltre che di Pubblica Sicurezza e Sanitaria, è responsabile di quello che si sta prefigurando a tutti gli effetti come un “disastro ambientale e sanitario”, ma anche “economico” in quanto il problema comprende anche i terreni ad uso agricolo dei produttori locali (e non solo).

Tutti questi motivi denotano l’incapacità dell’Amministrazione di trovare una soluzione al problema; i comunicati provenienti dagli organi ufficiali di informazione comunale, parlano di “possibilità di istituire la riserva naturale della Foce del fiume Nicà”, nonostante sia anch’essa zona di sversamenti, e di programmazione estiva 2021.

Preannunciamo sin da subito che faremo esposto alla Procura della Repubblica ed informeremo contestualmente il Prefetto.

Si invita, pertanto, l’Amministrazione Comunale alle dimissioni per l’incapacità di risolvere i veri problemi di cui il paese soffre, il cui prezzo altissimo lo stanno pagando i cittadini in termini di Salute ed Economia con gravi danni all’ambiente.

Solidarietà e vicinanza ai cittadini tutti, agli operatori commerciali.

Cariati, lì 15/12/2020                          Le Lampare BJC

Ass. Le Lampare – Basso Jonio Cosentino, Cariati

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta