CARIATI: DOMANI, DOMENICA 7 APRILE, A VALLELUNGA FUOCO SCALDA I MOTORI

Domenica prossima gli amici e i familiari del giovanissimo pilota Antonio Fuoco partiranno da Cariati alla volta di Vallelunga, a nord di Roma, per sostenerlo nella gara e fargli sentire tutto il loro affetto. L’autodromo della città capitolina ospiterà, infatti, nel weekend del 6 e 7 aprile, il primo degli appuntamenti della stagione 2013 della Coppa Italia organizzata e promossa da oltre trent’anni dal Gruppo Peroni Race. Già il 21 marzo scorso, sullo stesso circuito, il pilota diciassettenne della Ferrari Driver Academy, originario di Cariati, aveva ottenuto un eccellente risultato nei test collettivi per la Formula Renault 2.0 Alps che hanno visto in pista 30 vetture e 11 squadre, battendo in velocità due piloti molto esperti come Davide Rigon e Patrick Niederhauser, e mostrando determinazione e grinta. Il giovane cariatese ha segnato il migliore responso in assoluto nella giornata dedicata ai test, svolti livello internazionale per la presenza di piloti di 14 paesi diversi. La scuderia di Maranello sta puntando molto su Antonio Fuoco, che da alcuni mesi si sta formando nella prestigiosa scuola della Ferrari Driver Academy e che ha firmato da poco un accordo con la Prema, l’azienda costruttrice di pneumatici presente in tutto il mondo. “Siamo estremamente felici di essere stati scelti dal Ferrari Driver Academy per far crescere Antonio – ha dichiarato Angelo Rosin del team di Prema – un giovane italiano estremamente interessante e veloce, come abbiamo potuto constatare nel corso dei test invernali. È un ragazzo ancora molto giovane e al debutto nelle formule, ha proseguito, il 2013 sarà dunque un anno di ovvio apprendistato nella Renault 2.0, la categoria certamente migliore per confrontarsi con i migliori giovani presenti sulla scena internazionale del motorsport”. Ricordiamo anche che un mese fa Antonio ha trionfato in Florida, a Miami, in due gare della Winter Series, regalando, tra l’altro, la sua vittoria americana ai genitori che lo hanno sostenuto e incoraggiato in questa sua passione, coltivata dall’età di quattro anni, ma anche a tutti coloro che credono in lui. Per le festività pasquali Antonio ha trascorso alcuni giorni nella cittadina jonica, in cui è cresciuto e dove ha ritrovato amici e parenti, con i quali si è rapportato con la semplicità che lo ha sempre contraddistinto.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta