IDENTITÀ,PUGLIANO VISITA MOSTRA SCORPINITI

CARIATI (Cs), Venerdì 24 Agosto 2012 – Storia e identità. “Famiglie e barche della comunità marinara di Cariati”. 38 pannelli su Le famiglie della pesca, Le donne del mare, I figli dei marinari, con escursioni nell’arte dei Maestri d’Ascia. L’Assessore regionale all’ambiente Franco PUGLIANO in visita alla mostra della scrittrice Assunta SCORPINITI. Insieme a lui, anche il Presidente della FEE ITALIA Claudio MAZZA e il sindaco di Amendolara Antonello CIMINELLI. Soddisfazione e complimenti sono i sentimenti espressi dagli ospiti per il lavoro svolto dalla ricercatrice cariatese nella preziosa raccolta di immagini storiche di cultura marinara e nella ricerca antropologica, ospitata nella sala polivalente dell’area portuale. La visita si è svolta (mercoledì 22 agosto) in occasione dell’interessante dibattito pubblico, ospitato, sempre presso l’area portuale, dal titolo “Eco-sostenibilità come occasione di sviluppo del territorio” al quale hanno presto parte il sindaco Filippo SERO, il Presidente di Confindustria Turismo di Cosenza Alfonso COSENTINO, il Presidente FEE Italia Claudio MAZZA, l’Assessore Provinciale all’urbanistica Leonardo TRENTO e l’assessore regionale all’ambiente, On. Franco PUGLIANO. In seconda serata si è tenuta invece finale regionale di Miss Bandiera Blu 2012 che ha incoronato la cariatese Elisabetta BRUNO, l’amendolarese Rossana BUCIUMAN e, al 3° posto, la crosiota Bina FORCINITI. Protagonisti della ricerca sono le famiglie marinare di Cariati. Dai Vajani a Zagarogni, da Occhiati a Ndonareddi, da Cutrì a Gnazzi, da Panazzi a Feroti, da Merichi a Midji ed altre. La mostra inserita nel circuito dei Musei in Rete della Provincia di Cosenza, è frutto di un appassionante lavoro di ricerca antropologica e interpretazione culturale condotto insieme ai pescatori cariatesi e ai loro familiari anche residenti lontano I pannelli sono resi ancora più speciali perché sono accompagnati da una didascalia contenente dati, notizie, curiosità, flash di storie personali e della storia collettiva, che li avvalorano come documento fotografico. L’opera è inserita nel progetto culturale “Sguardi sullo Jonio”, che viene portata avanti dalla ricercatrice con eventi, interventi nelle scuole, ricerche e pubblicazioni. L’obiettivo era e rimane quello di far rivivere, valorizzare, tutelare, porgere alle nuove generazioni storia, identità, luoghi e culture legate al mare.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta