CALIGIURI NON APPREZZA LA DICHIARAZIONE DI MARIO NASONE

Fatto salvo che la violenza alle donne non può e non deve assumere un colore politico, mi sorprende comunque, la dichiarazione che ho appreso oggi su Rai tre Calabria, dove per l’appunto, il coordinatore dell’osservatorio regionale contro la violenza alle donne, Mario Nasone, chiedeva a gran voce l’istituzione di un fondo per le donne che subiscono violenza.
Avrebbe dovuto legittimamente, fare questa dichiarazione all’insediamento della sua carica, che risale esattamente ad abbondanti tre anni fa, sotto la guida dell’amministrazione regionale targata Oliverio e, non oggi che sta per scadere il suo mandato. Pur riconoscendo il suo impegno, mi sarei aspettata un’azione più diretta, che andasse nella direzione di tutelare e salvaguardare tutte quelle donne che hanno subito violenza.
Ricordo prima a me stessa, che il compito dell’osservatorio è quello di monitorare i casi di violenza, che devono comunque a priori, essere accompagnati da un piano che disciplini dettagliatamente attraverso una norma ad hoc, le violenze che vengono subite. Ad oggi su tutto ciò, registro il nulla. E a tal punto, mi preme volgere lo sguardo verso Maria Antonietta Rositani, alla quale ho sempre espresso la mia piena vicinanza, rassicurandola che non è da sola, perchè l’On.le Giusy Versace si sta attivando attraverso il fondo nazionale della violenza alle donne, di farle giungere un piccolo respiro. Ma anche, la Regione Calabria, attraverso l’assessore al welfare On. le Gianluca Gallo, si sta muovendo affinchè venga elargita una cifra, che possa dare sollievo alla cara Maria Antonietta Rositani.
Ritengo, quindi, inutile e oltraggioso, da parte di Mario Nasone, l’inoltro della richiesta ai calabresi, di un contributo economico, da elargire solo ed esclusivamente alla Rositani,  perchè altrimenti andrebbe chiesto per tutte quelle donne che hanno subito e subiscono violenza.
Maria Josè Caligiuri
Coordinatrice Regionale di Azzurro Donna della Calabria.
Responsabile Regionale del Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità della Calabria
violenza.
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta