Avanti Cariati! Vincono i nostri giovani.

DispiAcere alla fine per il malore che coglie mister Pino Greco

VITTORIA CARIATI A MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA 6-3-201 2Una grande affermazione della città di Cariati nella due giorni della trasmissione “Mezzogiorno in famiglia“, andata in onda sabato e domenica su Rai 2.
L’entusiasmante vittoria permetterà alla squadra di essere nuovamente in gara nel prossimo fine settimana tra Cariati e gli studi televisivi Rai di Roma.
I complimenti vanno in modo particolare agli organizzatori dell’iniziativa, alla meticolosità degli insegnamenti dei maestri, ai tanti che si sono resi disponibili e ai ragazzi che non si sono risparmiati e si sono fatti valere nelle non facili prove in studio.
I giovani hanno saputo domare l’emozione e la tensione.
Si é colta, infatti, tutta la loro voglia di primeggiare e di tenere alti i colori di Cariati.
PINO GRECO 6-3-2016Adesso c’é da gioire e da preparare con identica dedizione e puntualità la prossima gara, che garantirà a Cariati di mostrare, ancora una volta, il suo splendore paesaggistico, storico artistico, le proprie tradizioni, capacità e abilità al vasto e numeroso pubblico televisivo.
Dobbiamo essere tutti contenti per la compattezza e socialità della squadra e per l’opportunità di continuare in una gara che alimenta in modo naturale il senso di comunità.
Non resta che sperare di proseguire in tale direzione, allo scopo di intercettare la curiosità di visitare Cariati al maggior numero di telespettatori.
E, proprio, quando dovevavo iniziare i festeggiamenti per la bella vittoria, un malore, dovuto forse alla grande emozione ed euforia, colpisce Pino Greco, preparatore della squadra cariatese che ha gareggiato, brillantemente, in piazza. Per fortuna un problema non grave, ma che comunque, allontanerà per un po di giorni dai prossimi preparativi “il Mister“.
Tutto l’affetto della redazione e dei cariatesi che riconoscono a Pino una fetta di merito per la vittoria conseguita oggi.
Forza Pino!
Nicola Campoli
Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta