DISCONTINUITA’, PRATICHE VIRTUOSE E COMPETENZA NEL PROGETTO DI CARIATI PULITA

Il candidato a sindaco Assunta Scorpiniti: “Siamo il volto nuovo della politica”

Prosegue, con l’apporto di continue nuove adesioni, l’intenso lavoro del comitato cittadino Cariati Pulita in vista delle elezioni amministrative. Un lavoro avviato già da molti mesi e mirato al ricambio generale della classe dirigente politica, oltre che alla proposta di soluzioni innovative per una gestione intelligente e lungimirante delle risorse in favore dell’interesse della collettività e dello sviluppo del territorio. Tale idea fondante, pienamente condivisa dalle varie anime del Comitato (il movimento civico Le Lampare Basso Jonio Cosentino, il Meetup Amici di Beppe Grillo Cariati e il gruppo Cariati in Movimento), trova ora espressione e sintesi nella scelta unanime di Assunta Scorpiniti quale candidato a sindaco.
Grande è stato l’entusiasmo degli attivisti del Comitato, quando la scrittrice e giornalista cariatese ha sciolto la sua riserva, ma ancora più grande è stato il consenso popolare sulla candidatura. A riguardo affermano: “Abbiamo scelto un candidato riconosciuto dalla comunità e realmente legato al territorio. Il suo prestigio, acquisito per meriti propri, e con precise scelte di impegno culturale e civile, rispecchia il nostro desiderio di costruire. Al nostro candidato attribuiamo una grande forza data dall’abitudine alla formazione continua, dalle scelte di campo e soprattutto dalla costante presenza tra la gente di ogni categoria sociale. Siamo certi che con la sua capacità di ascoltare, saprà farsi interprete del malessere della cittadinanza e di agire in modo responsabile”.

Il candidato a sindaco di Cariati Pulita, dal canto suo, rileva il grande potenziale del comitato che la sostiene, anche in riferimento ai tanti volti nuovi che si affacciano sulla scena politica: “Non è facile – afferma Assunta Scorpiniti – gestire la complessità dell’ente comunale; io unisco il mio bagaglio di esperienza ai percorsi d’impegno sul territorio dei miei compagni di viaggio. Nessuno di noi è portatore di interessi, come tutti sanno. Nessuno ha mai amministrato, è vero, ma se guardiamo allo stato in cui versa Cariati è chiaro che l’esperienza politica appartenente anche a tanti che sono oggi in corsa con gli altri schieramenti per vincere le elezioni, non sia stata produttiva. Piuttosto, credo che occorrano competenze e conoscenze effettive: in campo amministrativo, giuridico, sociale, economico, di gestione anche pratica dei servizi, un orientamento all’innovazione, la capacità di creare reti territoriali, guardare a più ampi orizzonti e interfacciarsi nel modo giusto ai livelli superiori; soprattutto la reale cognizione di ciò che si va amministrare. Posso affermare con soddisfazione che in Cariati Pulita tutto ciò esiste e trova la massima espressione nell’impegno appassionato e convinto di tanti giovani e di cittadini intenzionati a migliorare la qualità della vita nel nostro paese e continuare ad amarlo, avendone cura perché non continui a subire l’abbandono dei suoi figli”.
Libertà, dunque, la parola d’ordine: dalle vecchie logiche politiche, dalle barriere che da tanti anni separano la popolazione dalle élite di potere, dalle promesse prive di contenuto. In questo, fa da guida e metodo il programma politico, in avanzato stato di elaborazione, con la partecipazione di tutti i componenti di Cariati Pulita.
Le priorità del candidato a sindaco (efficienza degli uffici comunali; servizi e vivibilità del paese per tutto l’anno, con prospettive di destagionalizzazione del turismo; risposte ai bisogni socio-sanitari; attenzione alle fasce deboli e politiche giovanili; impulso alle attività produttive esistenti; partecipazione e recupero del senso delle istituzioni; lotta all’evasione fiscale; cura e valorizzazione del territorio, delle identità e culture) hanno trovato piena corrispondenza nelle proposte del comitato civico.
Le linee programmate delineate, costituiscono un cambio totale di rotta e un contrasto “ai gruppi d’interesse che da anni mercificano sulla salute dei cittadini e sul loro futuro”. Uno snodo è quello di cercare di rendere il Comune la principale azienda del territorio, con la creazione di un’Azienda pubblica e Partecipata Multiservizi, contro la fallimentare esternalizzazione di questi anni, che non ha tutelato i cittadini dalle inefficienze, di danni al territorio e problemi di decoro e salute pubblica. Di seguito, l’attuazione di pratiche innovative, già prerogativa di molte comunità dette “virtuose”, che garantiscono un risparmio economico e reddito diffuso; l’adozione di forme di democrazia partecipativa attiva sulla pianificazione, programmazione e gestione con le varie categorie di lavoratori, gli abitanti del territorio e le associazioni; la gestione integrata delle acque e del ciclo dei rifiuti, tramite una differenziata spinta con il metodo del Porta a Porta per il raggiungimento degli obiettivi di legge; la valorizzazione e la gestione organizzata del patrimonio pubblico.
Nell’immediato, la campagna elettorale improntata alla sobrietà, all’equilibrio, al dialogo costruttivo. “Dopo l’annuncio della candidatura – afferma Assunta Scorpiniti – ho augurato buon lavoro ad Alfonso Cosentino, candidato per La scelta e a Filomena Greco, candidato per l’Alternativa; dal momento in cui, in qualsiasi ruolo, siederemo nei banchi del consiglio comunale, sono certa che insieme lavoreremo per il bene del nostro amato paese”.
————-

Libero Comitato Cittadino Cariati Pulita

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta