CARIATI. ASSISTENZA A OVER 65, SI CERCANO COOPERATIVE SOCIALI

COMUNICATO STAMPA N.21 – FONTE: COMUNE DI CARIATI (Cs) – 7.2.2022


MANIFESTAZIONI INTERESSE ENTRO 1° MARZO

SERVIZIO RIVOLTO A 20 ANZIANI AMBITO TERRITORIALE

CARIATI (Cs), lunedì 7 febbraio 2022 – Servizi di Assistenza Domiciliare (SAD) e Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) rivolto a 20 over 65 con elevato grado di non autosufficienza, residenti nei 7 comuni dell’Ambito Territoriale Sociale (Cariati, Bocchigliero, Campana, Scala Coeli, Terravecchia, Mandatoriccio e Pietrapaola). Si cercano cooperative sociali con esperienza nel settore a cui affidare il servizio. Le manifestazioni di interesse dovranno pervenire entro le ore 12 di martedì 1° marzo.

È quanto fa sapere il Sindaco Filomena Greco informando che l’avviso pubblico si inserisce nel Piano d’intervento distrettuale per la non autosufficienza annualità 2014 che si pone come obiettivo quello di ampliare e consolidare il sistema di offerta domiciliare nei percorsi di cura o d’intervento socio assistenziale e socio-sanitario nei confronti di persone con disabilità grave, favorendo la permanenza nel proprio ambiente familiare.

Anziani non autosufficienti, inseriti in un contesto familiare e sociale capace di collaborare o integrarsi con il servizio; malati in fase terminale; persone affette da patologie invalidanti, da incidenti vascolari acuti, da infermità post-trauma; persone con gravi stati comportamentali associati alla malattia di Alzheimer. È a queste persone che è rivolto il servizio ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) mirato a garantire un’assistenza socio-sanitaria continuativa o per periodi limitati, che consenta alla persona parzialmente, temporaneamente o totalmente non autosufficiente di rimanere il più possibile nel proprio ambiente di vita.

Al servizio di ADI sono ammessi i cittadini residenti nei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n.2, anziani in età pensionabile non autosufficienti; anziani in età pensionabile autosufficiente ma che vivono soli, con difficoltà di ordine relazionale, sanitario o sociale; malati terminali, o soggetti con temporanea inabilità privi di un’adeguata rete di supporto familiare.

Più di 65 anni con limitazioni di autonomia; meno di 65 anni con patologia assimilabili all’età anziana (Parkinson, Alzheimer,ecc.), altre persone con meno di 65 anni con particolari necessità di assistenza dovute a condizioni assistenziali e sociali valutati dai servizi sociali. Si rivolge a loro il Servizio SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare), che comprende un insieme di prestazioni domiciliari ed extradomiciliari, volte alla cura della persona disabile, dei suoi bisogni relazionali e del suo ambiente domestico. L’assistenza ai disabili gravi e gravissimi è concessa ai cittadini residenti nel distretti la cui autonomia sia anche temporaneamente compromessa da uno stato di malattia o di invalidità che comporti la perdita parziale o totale dell’autosufficienza sia a carattere temporaneo che permanente; dall’assenza di una adeguata rete di sostegno familiare e sociale, in presenza di condizioni di disagio fisico e psichico, tale da determinare situazioni di solitudine ed isolamento.

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta