AREA URBANA, NON È MERITO DI FILARETO

AREA URBANA, NON È MERITO DI FILARETO NESSUNA RIVALITÀ TRA ROSSANO E CORIGLIANO SUI PISU, OCCASIONE PERSA ROSSANO (CS), Sabato 29 Maggio 2010 – Da una parte, ribadiamo l’atteggiamento del Sindaco, reiterato anche in occasione del consiglio comunale congiunto con Corigliano, di attribuire a se stesso ogni merito rispetto al progetto dell’Area Urbana. Dall’altra, cogliamo l’occasione per denunciare l’assoluta mancanza di visione strategica e territoriale alla base delle scelte, scellerate e di evidente chiusura, imposte da FILARETO per l’utilizzo dei fondi PISU. Il contrario dell’Area Urbana! A smentire l’arroganza e la presunzione di certe affermazioni del Sindaco, ribadite senza stile anche alla presenza dei consiglieri di Corigliano, c’è la storia di questo territorio e di tutti i sindaci che si sono succeduti nelle due città negli ultimi 20 anni: l’idea di Area Urbana Rossano-Corigliano non nasce oggi e non è affatto merito esclusivo di FILARETO. Oggi, si concretizzano importanti occasioni di finanziamento messe a disposizione dai governi nazionale e regionale. Al progetto di Area Urbana nato con la delibera CIPE el 1988 viene dato la concreta possibilità di proseguire e, nel medio termine, di iniziare a produrre risultati tangibili per le due popolazioni direttamente interessate. Quello di oggi è cioè il raggiungimento di almeno una parte del grande obiettivo voluto e perseguito dalle amministrazioni comunali di Rossano e Corigliano, di tutti i colori i politici, che hanno preceduto quelle attuali. Del resto, questa constatazione, difficilmente contestabile, è la stessa che suole fare, spiegare e ripetere il Sindaco di Corigliano Pasqualina STRAFACE, con una correttezza istituzionale e politica che, purtroppo, continua a mancare ad altri. – Nell’ultimo consiglio congiunto, che ha ribadito il no al progetto di riconversione della centrale Enel, FILARETO ha nuovamente perso l’occasione per dimostrare rispetto verso la storia amministrativa e politica di questa Città e di questo territorio. Come al solito, da marziano sulla terra, e con quel piglio megalomane che andrebbe forse posto sotto osservazione, si è tentato, invano, di cancellare anni di collaborazione e frequentazione assidua e proficua tra le amministrazioni delle due Città. – Ma di quale rivalità tra i due comuni continua a parlare? Ma è possibile dover assistere ad ogni occasione a questo spettacolo egocentrico e narcisista? Vada a rileggersi quanto e come hanno dialogato e collaborato attivamente tra di loro, Rossano e Corigliano, su temi come il Piano Trasporti, il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, sull’ATO, o ancora sul centro sportivo di Insiti oppure sul tracciato della SS106, etc. Ma di quale millenaria divisione continua a parlare nei suoi interventi melensi, triti e ritriti, tutti incentrati sull’auto-esaltazione finale delle proprie inesistenti magiche doti taumaturgiche? – Purtroppo, non soltanto è un’altra la storia dell’Area Urbana, ma è anche un’altra la cronaca, attuale, della filosofia che sta alla base delle scelte fatte da questa Amministrazione in tema di progettazione e di investimenti per i fondi PISU. Il contrario, per capirci, della filosofia dell’Area Urbana, di cui pure FILARETO continua, a vanvera, a riempirsi la bocca. I progetti parlano da soli. Mentre, infatti, Corigliano ha destinato la quasi totalità dei fondi previsti per opere strategiche e finalizzate ad una sostanziale conurbazione con Rossano, questo Sindaco parolaio e profondamente incoerente nei fatti, ha preferito l’ordinaria amministrazione e “progetti sponda”, senza visione comune con Corigliano ma forse utili soltanto a rinsaldare clientele pre-elettorali. Altrimenti si indichi un solo progetto PISU che fa riferimento all’Area Urbana. Purtroppo, non c’è! Il nostro invito, per il poco tempo che resta a questa Giunta, resta identico: FILARETO inizi a fare la valige!

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta