Apettando Godot, ovvero in cerca dell’Obama de noantri.

Ve lo dice uno che non ha mai votato democristiano: Moriremo democristiani!! Guardate per esempio Bersani: col suo fare sornione, crede di prendere sottogamba Casini, (il Pierfurby der bigoncio) dicendo che questi morirà di tattica. Errore, caro Bersani, grossissimo errore. Casini farà morire voi tutti (Bersani, Alfano, e Vendola) di TATTICA. Perchè nessuno riuscirà mai a capirlo, il nostro (non ci arriviamo, rassegniamoci). Se non riusciamo a capire perchè in Puglia si allea con il centro sinistra, nel Lazio con il Centrodestra, in Piemonte di nuovo con il Centro Sinistra (che proponeva unioni gay e matrimoni misti), in Calabria con il centro destra, in Sicilia di nuovo con il Centro sinistra, in alcuni comuni con la destra in altri con la sinistra, e, chissà, prossimamente forse anche con Grillo; se non riusciamo, dicevo, è solo colpa nostra. Provi Bruno Vespa a chiederglielo! Ci provino i giornalisti di grido, e non gli idioti come noi di facebook. Riusciremo solamente a farlo arrabbiare. Avremo ancora una volta beccato una ramanzina niente male e torneremo a casa con le pive nel sacco. Guardate Fini che sperava di coinvolgerlo nel progetto del Grande Centro, insieme a Montezemolo, a Francesco Rutelli e al movimento Futuro e Libertà: appena annusata aria di debacle elettorale Fini è stato messo all’angolo (ma cosa pensava: che davvero PierFurby si sarebbe fatto incastrare da lui, che ingenuo). Il Presidente della camera che riesce a divincolarsi come un’anguilla ogni volta che qualcuno gli fa una domanda stringente su come e con quali fondi abbia acquistato la casa di Montecarlo, sperava di inchiodare il nostro in un progetto che aveva soprattutto a cuore la sopravvivenza di Gianfranco. Ora Gianfry è costretto a rivolgersi nuovamente ad Alfano dopo che con la sua uscita dal Governo Berlusconi ha aperto la strada al governo della supertasse di Monti (con il debito pubblico alle stelle, e i privilegi dei parlamentari intatti: il peggiore della Storia Repubblicana). Guardate per esempio Berlusconi: non fa altro che rincorrere il rappresentante dell’ UDC che a Bruxelles occupa gli stessi scranni riservati agli esponenti del partito popolare europeo. Povero Berlusconi: anche lui ormai 75 o 76enne con i suoi progetti irrealizzati e irrealizzabili, con le sue amicizie dubbie (a causa delle quali mai più popolo della libertà) non fa altro che sgolarsi e chiedere a Casini di aggregarsi a Lui. A Casini. al grande Centro. Casini di grande ha assai poco, viste le percentuali di voto. Tranne una cosa: l’essere il più autentico dei democristiani, appunto er piu ganzo der bigoncio, quello che davvero ce la capisce, come diciamo dalle nostre parti, e che farà morire di tattica Bersani e di Crepacuore anche il CAVALIERE di Arcore. Perchè lui, in politica da assai prima del Cavaliere, pur essendone più giovane di forse 20 anni, seppellirà tutti, non col sorriso, ma con la maestria dei vecchi insegnanti di scuola dorotea o morotea. Che ingenui questi politici che credono di fargliela: lui sarà sempre libero come una farfalla, pardon come una balena bianca. A proposito, ma con un panorama del genere non è sconfortante andare a votare? (Autore: Angelo Mingrone)

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta