Alla nostra redazione, turisti e residenti esasperati che, denunciano criticità d’ogni tipo.

Scusate, ma che senso ha attendere un anno, per ritrovarsi una Cariati con le strade sporche e impraticabili? Per non dire della condizione della spiaggia? E’ il succo delle lagnanze che sta raccogliendo la redazione di cariatiNet.it in questi ultimi giorni. Turisti e residenti esasperati che denunciano criticità d’ogni tipo. Che hanno elevato anche il livello della protesta, rivolgendosi a enti e istituzioni superiori al Comune di Cariati. L’amministrazione comunale é assente. Nessuno risponde. Neanche a fare finta. Quello che offende non é tanto ormai il degrado urbano. Ma il silenzio. Il silenzio di un’amministrazione che non si é mai impegnata a spiegare compiutamente dove l’ingranaggio si é bloccato. Che avrebbe forse anche i suoi motivi di giustifica. Perché non lo fa? Un dilemma che non trova spiegazioni. Eppure non ci sarebbe nulla da perdere a 10 mesi dalla scadenza delle elezioni amministrative, dopo ben più di nove anni di amministrazione ininterrotta. Cosa hanno fatto di male cariatesi e turisti per meritarsi tutto questo? La frustrazione ha lasciato il posto alla rabbia collettiva. In più, non stupisca che la comune sventura stia facendo emergere il sentimento perduto di comunità univoca e desiderosa di mettere un freno all’evidente degrado del territorio. Una comunità che può e vuole fare della storia e della bellezza di Cariati il suo punto di forza indissolubile. Un vantaggio che non va sprecato e che bisogna sapere indirizzare. Manca solo chi vuole in modo serio fare di Cariati un organismo vivente con progetti, sogni e un’idea di futuro. Nicola Campoli

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta