106, Tavernise (M5S): Per il finanziamento della Sibari – Corigliano Rossano indispensabile avere il progetto.

COMUNICATO STAMPA

Chi ha fermato la progettazione in essere, e perché? Occhiuto lo dica”

CORIGLIANO ROSSANO, 10 GIU. 2022 – Al netto delle posizioni e delle congetture poste in essere da qualche rappresentante politico o pseudo tecnico esperto del nulla, una cosa la grande questione legata agli investimenti pubblici che occorrono vadano fatti nella Calabria ionica ce l’ha insegnata: non si avranno mai soldi senza un progetto, che sia anche un embrionale piano di fattibilità tecnico-economica. Ormai è così per tutte le opere pubbliche e anche – ovviamente – per la futura Statale 106.

Certamente quello che occorre sapere oggi sono due cose: la priorità che si vuole dare a quest’opera e perché di alcuni lotti di ammodernamento, come quello della Sibari-Co-Ro, per i quali si era passati subito alla fase di esecuzione della progettazione definitiva, bypassando tutta la procedura preliminare, non se ne sa più nulla. Qual è stato l’intoppo? Cosa c’è che non sappiamo?

Prendiamo per buone le rassicurazioni dell’assessore Dolce che, ancora una volta, in una recente ed ennesima nota di chiarimento sull’iter progettuale e di finanziamento riguardante l’ammodernamento della Statale 106 nel tratto Sibari-Crotone-Catanzaro-Reggio Calabria ha ribadito ancora una volta la priorità e l’urgenza che assume l’ammodernamento del tratto compreso a sud Sibari fino alla terza città della Calabria.

Questo però non basta. Perché ancora del progetto di quel tratto denominato CZ388, nonostante sia stato annunciato e presentato già come primo e prioritario stralcio dell’intero progetto di ammodernamento e abbia goduto, più e prima di tutti, dell’interesse del commissario straordinario per la Statale 106, Massimo Simonini, non se ne sa più nulla.

Allora, chiedo ufficialmente e pubblicamente al Presidente Occhiuto di sapere pubblicamente i motivi che hanno portato al rallentamento dell’iter di progettazione definitiva della Sibari-Corigliano-Rossano ad un punto tale che, ormai, non se ne parla più. Quali sono stati i motivi ostativi che hanno rallentato le procedure? C’è refrattarietà da parte del governo? Ci sono problemi sul territorio? o forse il Governo Regionale ha cambiato le priorità? Il governatore lo dica chiaramente. Anche perché, in assenza di progetti non ci saranno mai soldi e i cittadini di questo territorio continueranno ad imputare genericamente colpe alla politica. Non è giusto. Soprattutto nel rispetto di quanti, come il Movimento 5 Stelle, sull’ammodernamento della Statale 106 erano stati molto chiari e disponibili affinché si provvedesse a fornire il territorio di una strada moderna, sicura, a zero impatto ambientale, di facile e veloce realizzazione.

In buona sostanza, abbiamo bisogno di capire chi sono i responsabili di questo atto no sense che ha fermato la progettazione della Sibari-Co-Ro. Lo dica chiaramente il presidente Occhiuto, diversamente – dovendo a malincuore dare ragione alle vecchie Cassandre di questo territorio – sarebbe un silenzio che, indirettamente, ammetterebbe colpe. Una su tutte quella di avere un solo interesse: quello di realizzare il tratto compreso tra Crotone e Catanzaro lasciando ancora una volta la Sibaritide e Corigliano-Rossano senza un’infrastruttura essenziale e strategica.

Davide Tavernise Capogruppo M5S – Consiglio Regionale della Calabria

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta