“Basso Jonio – l’assessore Comunale di Scala Coeli Carmine Palopoli chiede l’intervento del presidente della Giunta Scopelliti”

Scala Coeli – L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Scala Coeli, attraverso un comunicato stampa rivolge un forte appello agli enti istituzionali ed in particolar modo al presidente della Giunta Regionale, Giuseppe Scopelliti. “Giorno per giorno, amministrare un comune diventa sempre più difficile e per le scarse entrate economiche si fa di tutto per garantire almeno il necessario e tutelare i beni primari di un paese e dei cittadini. Oggi però stiamo raggiungendo l’apice perché il nostro Comune ma in particolar modo il Basso Jonio cosentino è alla deriva. Un territorio isolato ed abbandonato dagli enti istituzionali corre un notevole rischio su tutti i punti di vista , come la salute, la viabilità ed il turismo. Proprio su questa disastrosa situazione , in qualità di assesore e responsabile dell’area tecnica rivolgo un appello al presidente della giunta regionale Scopelliti ed ai tanti politici, onorevoli e deputati calabresi che rappresentano anche il nostro Territorio. In seguito alle avverse e diasastrose alluvioni che si sono verificate questo inverno, il nostro Comune risulta essere uno dei più colpiti in tutta la provincia di Cosenza. Pochi giorni fa è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale una nota con cui le ristrutturazione dei fabbricati colpiti da calamità naturali non saranno più a carico dello Stato. Lo scorso anno le risorse della protezione Civile non sono bastate ed il fondo spese previsto è stato ampiamente utilizzato. Ahimè purtroppo, Scala Coeli, ogni anno in seguito alle avverse condizioni climatiche subisce disastrosi danni, ma nonostante i continui appelli agli enti ed alle istituzioni ancora oggi, nessuno è intervenuto per cercare di risolvere la situazione. Oggi purtroppo tra i tanti problemi che caratterizzano il territorio non c’è solo la viabilità. Per gli abitanti di Scala Coeli e dell’intero entroterra raggiungere l’Ospedale di Rossano significa impiegare circa 50 minuti. Ciò significa che in casi di estrema urgenza,un cittadino che necessita di soccorso è in un vero e proprio pericolo di vita. Ebbene di fronte ad uno scempio del genere non possiamo tacere. Stiamo diventando la pattumiera della Calabria, non abbiamo più un Ospedale, non abbiamo più un collegamento ferroviario, non abbiamo delle strade percorribili in tutti i periodi dell’anno, e nonostante i tanti reclami ed i tanti appelli fatti fin’ora, ad oggi nessuno è ancora intervenuto con fermezza per cercare di risolvere la drammatica situazione in cui ci troviamo. In qualità di assessore del Comune di Scala Coeli è per me un dovere tutelare e difendere i diritti dei cittadini, ma in queste condizioni è impossibile amministrare. Ecco dunque che ancora una volta, chiediamo l’aiuto e l’intervento degli enti istituzionali, affinchè una volta per tutte i nostri drammatici problemi vengano risolti. ”

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta