UNITÀ ITALIA, CALIGIURI: RESPONSABILITÀ ELITE

UNITÀ ITALIA, CALIGIURI: RESPONSABILITÀ ELITE DA 150 ANNI MAGGIORANZA SUD IN PARLAMENTO CALABRIA, METTERE IN RETE BENI CULTURALI FONTE: ANSA – 9 GIUGNO 2010 Soveria Mannelli (CZ), Mercoledì 9 Giugno 2010 – Il ruolo delle minoranze nel processo unitario. È, questo, il tema della seconda conferenza sui 150 anni dell’Unità d’Italia, che nel mese di Luglio, riunirà, a Vaccarizzo Albanese, le università, gli enti locali e le associazioni. Parteciperà all’evento organizzato dalla Regione Calabria – Assessorato alla Pubblica Istruzione, anche Gian Antonio STELLA. Il pubblico delle grandi occasioni (con spettatori venuti da tutta la regione) ha accolto nella sala della Libertà del palazzo comunale Cimino di Soveria Mannelli la prima delle iniziative che la Regione Calabria, con l’assessorato alla Cultura diretto da Mario CALIGIURI, ha organizzato sui 150 anni dell’unità del Paese. Dopo i saluti del sindaco, Leonardo SIRIANNI, e di Florindo RUBBETTINO, prima della conferenza di GALLI DELLA LOGGIA ha parlato proprio CALIGIURI, il quale ha sottolineato come per tutto il 2010 e il 2011 ci saranno iniziative che coinvolgeranno università, enti locali, associazioni sul tema dell’unità del Paese e che già nel prossimo mese di Luglio a Vaccarizzo Albanese, insieme alla fondazione Napoli 99, ci sarà la seconda conferenza alla quale parteciperà tra gli altri Gian Antonio STELLA. Si parlerà del ruolo delle minoranze nel processo unitario. CALIGIURI, che ha portato i saluti del presidente della Giunta regionale Giuseppe SCOPELLITI, ha sottolineato come ci sia necessità di fronte alla tiepidezza che si registra su questo tema di una maggiore unità e che a tal fine sia fondamentale il ruolo della Regione. ”C’e’ una responsabilità – ha detto l’assessore regionale alla Cultura – delle elite di questo Paese e se pensiamo che da 150 anni la maggioranza del Parlamento é espressione del centro-sud occorre ancor di più rafforzare il ruolo degli enti locali e sottolineare i dati positivi che oggi abbiamo dinanzi”. CALIGIURI si è soffermato, in particolare, sulla ricchezza per quanto riguarda la Calabria delle aree archeologiche, degli altri luoghi attrattivi di cultura concludendo che il problema principale e’ quello di mettere in rete queste risorse, di valorizzarle e di promuovere nel complesso un’idea nuova e diversa della regione. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta