Un giovane calabrese Alfiere della Repubblica

figlio di immigrati ucraini, nella sua comunità è divenuto un simbolo positivo di integrazione

Sono 29 i giovanissimi Alfieri della Repubblica che verranno insigniti dal presidente Sergio Mattarella. 

Accanto ai 29 Attestati d’onore sono state assegnate anche quattro targhe per azioni collettive, sempre ispirate a valori di altruismo e al senso di responsabilità verso il bene comune.

La cerimonia di consegna degli Attestati si svolgerà al Quirinale, mercoledì 13 marzo alle ore 11.

Tra i premiati c’è un giovane calabrese. Si tratta di Roman Moryak, 14 anni, residente a Sant’Eufemia d’Aspromonte. 

La motivazione evidenzia che «si è distinto per la passione e l’impegno dimostrati prima nello studio del sassofono, poi nell’attività di calciatore, e quindi in quella di scacchista.

Nei tornei di scacchi il suo valore è molto apprezzato e già diversi trofei sono entrati nella sua personale bacheca, oltre a piazzamenti importanti a livello regionale e nazionale.

Essendo figlio di immigrati ucraini, nella sua comunità è divenuto un simbolo positivo di integrazione».

Print Friendly, PDF & Email

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia una risposta